ricerca
avanzata

Terminator

Un film in dvd di Cameron James distribuito da 20th Century Fox, 2008

  • Prezzo di Copertina: € 22,99
  • € 9,99
  • Risparmi il 56% (€ 13,00)

Siamo nel 2029, macchine pensanti dominano il Pianeta, e sono determinate a sterminare la specie umana. Decidono di cambiare il futuro e mandano sulla Terra indietro nel tempo un Cyborg Terminator per uccidere Sarah Connor, la madre di colui che sarebbe diventato l'unica speranza del genere umano e della resistenza. Riuscirà Sarah a proteggersi da questa inarrestabile minaccia per salvare la vita del suo futuro figlio? Gli androidi riusciranno a estinguere il genere umano?

Dettagli del prodotto

Promozione Scopri gli altri articoli della promozione DVD a 9,99 €

 
I Commenti degli Utenti
"Terminator"
E.R., 2011-09-24
4

Terminator è uno dei più grandi film che siano mai stati realizzati e, questa edizione in particolar modo, funge da meritato monumento a ciò che in realtà è. È il 1984, quindi ben quindici anni prima di Matrix (chiaramente mi riferisco all’unico Matrix, non ai due capitoli apocrifi) e, James Cameron, regista dalle doti innegabili, realizza un film che ha come temi viaggi temporali, futuri alternativi, macchine intelligenti e i muscoli di Schwarzenegger. Critica e pubblico si spezzano a metà parlando di Cameron. C’è chi lo considera un furbetto che, sfruttando le mode del contesto temporale in cui sta girando il film, riesce sempre ad ottenere un grosso successo, ma dovuto solo alla sua bravura nel sapersi vendere. Altri, invece, lo considerano un genio, poiché sua è la capacità di osservare cosa è richiesto dal pubblico e potersi tradurre in base ad esso, risultando mai banale o ripetitivo (basta una rapida occhiata alla filmografia di Cameron per accorgersi di quanto sia poliedrico). Ma c’è un film di Cameron che ha la straordinaria dote di mettere tutti d’accordo (in realtà, qualcuno a pensarla diversamente ci sarebbe, ma non è bello stare qui a parlare di gente con problemi) e questo film è Terminator. Non dimentichiamo che siamo negli anni 80’, quando fare un film costava molto meno ed eravamo ben lontani dall’austerity che attanaglia le major cinematografiche hollywoodiane ai giorni nostri. Inoltre, c’erano le idee, che ribollivano nel calderone e vorticavano intorno ad esseri straordinari e a produttori ancora provvisti della voglia di osare. Allora fare un buon film e fare un film di successo erano due obiettivi che andavano a braccetto, cosa che permetteva a pellicole che qualcuno s’arrischierebbe a definire commerciali (uno dei termini più insulsi e blasonati nel cinema insieme a ‘fumettone’ e ‘americanata’) di rivelarsi degli ottimi prodotti. Arnold Schwarzenegger, già forte del successo de ‘Conan il barbaro’ di John Milius, venne contattato dalla produzione e presentato a Cameron che gli consegnò il copione del film. I muscoli di Schwarzy , pensava Cameron, erano perfetti per quelli dell’eroe protagonista, Kyle Reese, colui che avrebbe protetto la povera Sarah dagli attacchi del cyborg. Ma Arnold ebbe una visione. Confidò a Cameron che, secondo lui, sarebbe stato molto meglio nella parte del terminator. Il risultato fu una macchina spietata ed inesorabile praticamente perfetta. Cameron desiderava un cyborg più simile ad un umano (un umano medio, non il sette volte campione di mister Olympia, per intenderci), ma l’idea di Schwarzenegger, si rivelò la scelta vincente, in quanto il suo accento ancora spiccatamente austriaco, il suo pesante incedere e, diciamocelo, la sua inespressività facciale, conferiva al personaggio quel qualcosa in grado di rendere ossessionante la sua presenza sullo schermo. E, questo, era quello che Cameron voleva per il suo cyborg. Ma a rendere indimenticabile il film è il tema affrontato, perché laddove il mono-espressivo cyborg preme il grilletto davanti al volto delle Sarah Connor del mondo, la cornice che lo circonda è quella della guerra fredda, che in quegli anni era motivo di grande preoccupazione. In un’ epoca in cui la fantascienza alimentava davvero le paure delle persone, la possibilità di un’entità cibernetica come Skynet, in grado di prendere possesso di tutte le armi che Stati Uniti e Unione Sovietica stavano creando per dimostrarsi a vicenda la propria superiorità bellica, rendeva realmente inquietante l’ipotesi che le macchine potessero ribellarsi agli uomini e decretarne l’estinzione. In sostanza, questo film è un magnifico esempio di buon cinema di fantascienza anni 80’e, per chi ancora non lo avesse visto ma desidera farlo, consiglio vivamente di procurarsi questa edizione, dove può trovare delle ottime qualità audio e video, lontani dalla finzione palpabile derivante da un blu-ray, ma superiore a quelle di un qualsiasi altro DVD della pellicola. Inoltre, l’ottima selezione di contenuti speciali provvista di documentari e scene tagliate, permette di godere a pieno di quello che è il preludio al più grande film di Cameron: Terminator 2, il giorno del giudizio.

Attenzione


L'immagine che stai per visualizzare contiene materiale riservato ad un pubblico adulto.

Se hai un'età inferiore a 18 anni o ritieni che materiale del genere possa turbarti e offendere la tua persona non proseguire.

Proseguendo invece, ti assumi ogni responsabilita civile e penale se nel tuo paese la visione di materiale per adulti è considerata illegale.



« Annulla     Prosegui »