ricerca
avanzata

Ma come fai? Figli, casa, lavoro. Conciliare tempo familiare e aspirazioni professionali

di Luisa Adani edito da Il Sole 24 Ore, 2012

Ma come fai? Figli, casa, lavoro. Conciliare tempo familiare e aspirazioni professionali: L'Italia non è un paese per madri che lavorano. Mancano servizi e sostegni per conciliare tempo familiare e impegni professionali e lo stesso mondo del lavoro spesso impedisce di coniugare figli e sviluppo di carriera. Per non parlare di quelle donne che, per il fatto di avere un figlio, sono espulse o non riescono neanche a entrare nel mercato del lavoro. Ma il libro non tratta di tutto questo. Parte invece da un altro presupposto: per evitare di trovarsi a lavorare con più fatica e meno soddisfazione, strangolate da tempi impossibili, è indispensabile definire un progetto professionale rispettoso sia delle proprie capacità e ambizioni sia delle esigenze personali. Grazie anche a testimonianze di donne e uomini che offrono validi suggerimenti, ecco allora come comunicare all'azienda che si aspetta un figlio e come impostare un programma per limitare i rischi di un rientro troppo difficile; come proporre azioni per favorire un buon bilanciamento fra vita professionale e vita familiare, come organizzarsi a casa. Ma, soprattutto, come stendere un bilancio professionale, decidere quali azioni intraprendere per migliorare il proprio percorso e magari dare finalmente vita a un progetto imprenditoriale che si ha da tempo nel cassetto. Questo già utilizzando il periodo del congedo maternità oppure più tardi lungo la propria vita professionale quando si sentirà che "non ce la si fa più".
The Italy no country for working mothers. Missing services and supports for reconciling family and professional commitments and the same time the working world often prevents to combine children and career development. Not to mention those women who, for the fact of having a child, are expelled or can't even enter the labor market. But the book does not deal with all of this. Starts from a different premise: to avoid getting to work with more effort and less satisfaction, strangled by times impossible, it is essential to define a professional project respectful both of their abilities and ambitions of both the individual needs. Thanks also to the testimonies of women and men who offer valuable suggestions, here's how to inform the company that he is expecting a child and how to set up a program to reduce the risk of a drop off too hard; How to propose actions to promote a good balance between work and family life, how to get organized at home. But, above all, how to make a professional budget decide what actions to take to improve your own path and maybe finally give life to an enterprise project that has been in the drawer. This already using the period of maternity leave or later down professional life when you hear that "do more".

Informazioni bibliografiche