ricerca
avanzata
Monte Bianco. Scoperta e conquista del gigante delle Alpi libro di Ardito Stefano

Sono disponibili anche queste edizioni
 
Descrizione

Con i suoi quasi 5000 metri di quota, i suoi ghiacciai e le sue pareti di granito rosso, il Monte Bianco è uno dei monumenti naturali più spettacolari del Vecchio Continente. Iniziata nel Secolo dei Lumi con i primi tentativi di ascensione ai 4810 metri della cima, la storia alpinistica di questa montagna è proseguita con l'arrivo in vetta nel 1786 di Jacques Balmat e Michel-Gabriel Paccard. Si continua con l'epopea di Edward Whymper e degli altri grandi alpinisti della metà dell'Ottocento, con le avventure su roccia e ghiaccio delle celebri guide italiane, francesi e svizzere negli anni della Belle Epoque, con le avventurose ascensioni dei primi "senza guida" del Novecento, con gli straordinari itinerari su roccia e ghiaccio aperti nel periodo tra le due guerre mondiali. Gli anni Trenta hanno visto la corsa alle "ultime grandi pareti" da parte di personaggi leggendari come Riccardo Cassin e Pierre Allain, nel secondo dopoguerra sono venuti alla ribalta scalatori eccezionali quali Walter Bonatti e René Desmaison. Oggi, ai grandi exploit di campioni come Christophe Profit, Michel Piola e Patrick Gabarrou si affiancano le imprese meno note di migliaia di alpinisti provenienti da ogni angolo della Terra. Il racconto e le immagini delle ascensioni dei più grandi scalatori di tutti i tempi rappresentano un incontro emozionante per il lettore-alpinista più smaliziato, così come per chi si accosta per la prima volta alla magia dell'alta quota.