ricerca
avanzata

Quo vadis? Da caso letterario a fenomeno della cultura di massa

di Biernacka-Licznar K. (cur.) Wozniak M. (cur.) edito da Ponte Sisto, 2016

Quo vadis? Da caso letterario a fenomeno della cultura di massa: Quando nel 1895 Henryk Sienkiewicz cominciava a pubblicare a puntate il suo nuovo romanzo, ambientato nell'antica Roma ai tempi di Nerone, nessuno, neppure lo stesso autore, avrebbe potuto prevedere il vertiginoso successo planetario del Quo vadis? Tradotto in pochi anni in 31 lingue, venduto in milioni di copie, il romanzo avrebbe trasformato Sienkiewicz nello scrittore più letto nel mondo all'inizio del Novecento e gli avrebbe fruttato il premio Nobel per la letteratura nel 1905. Ben presto il suo successo avrebbe scavalcato i confini della letteratura, sboccando in innumerevoli adattamenti teatrali, musicali e perfino spettacoli di circo, ma soprattutto diventando l'ispirazione per la nascente arte cinematografica: infatti Quo vadis? di Enrico Guazzoni del 1912 divenne il primo colossal storico della storia del cinema, seguito da un altro grande film muto del 1924 di D'Annunzio e Jacoby e più tardi dal Quo vadis di Mervin LeRoy del 1951, che avrebbe lanciato la moda per il genere "peplum" negli anni Cinquanta: il film hollywoodiano sì, ma girato interamente a Cinecittà, in Italia. E infatti proprio in Italia il fenomeno della "quovadisomania" assunse la dimensione maggiore.
When in 1895 Henryk Sienkiewicz began to publish in his new novel, set in ancient Rome in the time of Nero, no one, not even the author himself, could have predicted the dramatic success of the Quo vadis? Translated into fewer years in 31 languages, sold in millions of copies, the novel most read writer in the world would transform Sienkiewicz in the early 1900s and would have yielded the Nobel Prize for literature in 1905. Soon her success would have crossed the boundaries of literature, ending up, in countless theatrical adaptations, musical and even circus shows, but especially becoming the inspiration for the fledgling Film Festival: Quo vadis? by Enrico Guazzoni of colossal historic 1912 became the first in the history of cinema, followed by another great 1924 silent film of d'Annunzio and Jacoby and later from Quo vadis by Mervin LeRoy of 1951, which would launch the fashion for the genre "peplum" in the 1950s: the Hollywood movie Yes but shot entirely in Cinecitt??, Italy. And indeed, in Italy the phenomenon of "quovadisomania" took on the largest dimension.

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Quo vadis? Da caso letterario a fenomeno della cultura di massa"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Quo vadis? Da caso letterario a fenomeno della cultura di massa"