ricerca
avanzata
  • Libreria
  •  > 
  •  > 
  •  > 
  • Stanze di famiglia

Stanze di famiglia

di Furio Bordon edito da Garzanti Libri, 2016

  • Prezzo di Copertina: € 18,00
  • € 15,30
  • Risparmi il 15% (€ 2,70)

Stanze di famiglia: «Un’opera di acre bellezza, alla quale in nessun modo è possibile rimanere insensibili» (El País); «Memorabile. Di una sincerità terribile e commovente» (El Mundo) - Vicende familiari, certo, ma che ruotano soprattutto intorno al nodo emozionale di vecchiaia e infanzia, le due età della debolezza, gli anni in cui l’individuo è più vulnerabile, più esposto a prevaricazioni, violenze, umiliazioni, in cui la fortuna di essere nati diventa troppo spesso fatica di vivere e amarezza. Ed è combattendo l’amarezza con l’ironia dell’intelligenza che un vecchio professore di lettere, in attesa che il figlio torni dall’ufficio per accompagnarlo in una casa di riposo, conversa con la moglie morta. È un dialogo al tempo stesso amoroso e conflittuale. Come commossa e crudele sarà l’ultima discussione con il figlio. Ritroveremo il vecchio anni dopo, rintanato come ogni pomeriggio nella soffitta della «Villa», intento a sfogliare un vecchio album di fotografie e a esercitare la sua ironia confidandosi con una piantina di basilico e una sedia vuota. A confrontarsi invece con il padre morto è Anna, una psicoterapeuta infantile, nella notte in cui viene a sapere della fuga da casa di un suo assistito, un ragazzo violato da un’infanzia di indifferenza e disamore. Comparirà anche lui, in questa notte, e costringerà Anna a un impietoso, feroce bilancio del proprio vissuto, dominato da quel padre attore famoso e geniale, del cui fascino lei è sempre stata adoratrice e vittima. Nella terza e ultima stanza, un figlio stanco ed esasperato è alle prese con la grottesca demenza della vecchia madre. Ma sarà quella stessa madre, giovane e presente nel ricordo – come giovane e presente è anche il padre scomparso da anni – a suggerirgli in un momento di lucida dolcezza: «Capirai alla fine che con quella povera testa delirante e confusa se n’è andato un mondo…». Nella struttura di questo libro dunque diventano personaggi, agiscono e parlano tra loro i vivi, i morti e i ricordi. Ma anche i rimorsi e i desideri. A che mondo appartiene questo convegno fantasmatico in tre stanze? Semplicemente al mondo della letteratura, luogo sospeso tra cielo e terra, nel quale, come ci insegna Amleto, «esistono più cose di quante la tua filosofia conosca».
"A work of acrid beauty, which in no way you can remain insensitive" (El Pa??s); ??Memorable. A terrible sincerity and touching "(El Mundo)-family Events, of course, but that revolve mainly around the emotional knot of old age and infancy, two age of frailty, the years in which the individual is more vulnerable, more exposed to abuse, violence, humiliations, where lucky enough to be born becomes too often struggle to live and bitterness. And is fighting the bitter irony of intelligence that an old Professor of letters, waiting for the son comes back from the Office to accompany him in a nursing home, conversing with his dead wife. It is a dialogue at the same time loving and confrontational. How shocked and cruel is the last argument with the son. We find the old years later, holed up like every afternoon in the attic of ??Villa??, intent on flipping through an old photo album and to exercise its ironic confiding with a Basil seedling and an empty chair. To deal instead with the dead father is Anne, a child psychotherapist, on the night he learns of the escape from home by a solicitor, a guy hacked by a childhood of indifference and disenchantment. He appears, on this night, and will force Anna to a merciless, fierce budget of his own experience, dominated by the famous actor father and genius, whose worshipful and charm she has always been a victim. In the third and final room, a weary and exasperated son is struggling with the grotesque dementia of old mother. But it will be that same mother, young and present in memory ??? as young and this is also the father disappeared for years ??? to suggest in a moment of lucid gentleness, "you'll understand eventually that to that poor delusional and confused head has left a world ...". In the structure of this book therefore become characters Act and talk to each other the living, the dead and the memories. But also the remorse and desires. In what world is this ghostly Convention in three rooms? Just in the world of literature, place suspended between Earth and sky, in which, as Hamlet, "there are more things to teach us how much your philosophy know??.

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "Stanze di famiglia" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Scopri tutte le novità appena arrivate #inLibreria!

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Stanze di famiglia"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Stanze di famiglia"