ricerca
avanzata

La psicologia scientifica. Nuovo trattato di psicologia generale

di Renzo Canestrari Antonio Godino edito da CLUEB, 2007

La psicologia scientifica. Nuovo trattato di psicologia generale libro di Canestrari Renzo - Godino Antonio

  • Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: La psicologia scientifica. Nuovo trattato di psicologia generale
  • AutoriRenzo Canestrari Antonio Godino
  • Editore: CLUEB
  • Collana: Fuori collana
  • Data di Pubblicazione: 2007
  • Genere: psicologia
  • ArgomentoPsicologia
  • Pagine: 659
  • Dimensioni mm: 240 x 170 x 40
  • ISBN-10: 8849127367
  • ISBN-13: 9788849127362
 
Recensione Unilibro a cura di rorym87

Wundt, Brentano e William James hanno influenzato la psicologia della personalità. Con l’opera di Wundt 1896 si delinea l’ambito conoscitivo della nuova psicologia il cui principale obiettivo è lo studio sperimentale con il metodo introspettivo dei fenomeni (elementi) della coscienza per rendere ragione di come elementi semplici si connettano e organizzino in modo unitario fino a determinare i vari contenuti dell’esperienza (appercezione) . Gli elementi semplici della coscienza sono le sensazioni e dalla loro combinazione emergono i sentimenti. In Wundt è presente un’impostazione di tipo strutturalista, in quanto si occupa degli elementi che strutturano il funzionamento psichico. Inoltre, secondo Wundt, la differenziazione dei quattro temperamenti (collerico, melanconico, sanguigno e flemmatico) può essere valorizzata, se si postulano due principi relativi alla reattività affettiva individuale: uno che riguarda la forza, l’altro la velocità di cambiamento dei sentimenti. Lungo il continuum della forza i collerici e i melanconici sono inclini ad un tipo di affetto forte, invece i sanguigni e i flemmatici sono caratterizzati da un affetto debole. Lungo il continuum della velocità di cambiamento i collerici ed i sanguigni cambiano rapidamente, sono più suscettibili alle impressioni del presente e la loro mobilità li dispone a cogliere nuove idee, invece i melanconici e i flemmatici sono più lenti, più interessati al futuro e più inclini a perseguire i propri obiettivi in un ampio arco di tempo.