ricerca
avanzata

Bianca come il latte, rossa come il sangue

di Alessandro D'Avenia edito da Mondadori, 2010

Bianca come il latte, rossa come il sangue libro di D'Avenia Alessandro

Leo è un sedicenne come tanti: ama le chiacchiere con gli amici, il calcetto, le scorribande in motorino e vive in perfetta simbiosi con il suo iPod. Le ore passate a scuola sono uno strazio, i professori "una specie protetta che speri si estingua definitivamente". Così, quando arriva un nuovo supplente di storia e filosofia, lui si prepara ad accoglierlo con cinismo e palline inzuppate di saliva. Ma questo giovane insegnante è diverso: una luce gli brilla negli occhi quando spiega, quando sprona gli studenti a vivere intensamente, a cercare il proprio sogno. Leo sente in sé la forza di un leone, ma c'è un nemico che lo atterrisce: il bianco. Il bianco è l'assenza, tutto ciò che nella sua vita riguarda la privazione e la perdita è bianco. Il rosso invece è il colore dell'amore, della passione, del sangue; rosso è il colore dei capelli di Beatrice. Perché un sogno Leo ce l'ha e si chiama Beatrice, anche se lei ancora non lo sa. Leo ha anche una realtà, più vicina, e, come tutte le presenze vicine, più difficile da vedere: Silvia è la sua realtà affidabile e serena. Quando scopre che Beatrice è ammalata e che la malattia ha a che fare con quel bianco che tanto lo spaventa, Leo dovrà scavare a fondo dentro di sé, sanguinare e rinascere, per capire che i sogni non possono morire e trovare il coraggio di credere in qualcosa di più grande.

Informazioni bibliografiche

Sono disponibili anche queste edizioni

Bianca come il latte, rossa come il sangue libro di D'Avenia Alessandro
Bianca come il latte, rossa come il sangue
D'Avenia Alessandro
disponibile 3/5 gg
€ 13,00

-15%

Bianca come il latte, rossa come il sangue libro di D'Avenia Alessandro
Bianca come il latte, rossa come il sangue
D'Avenia Alessandro
disponibile 3/5 gg
€ 9,00
€ 7,65
 
I Commenti degli Utenti
Adolescenti ed adulti leggetelo !
armin, 26 11 2012
4

Complimenti per questo Suo primo libro. Ho più del doppio della Sua età, ma sono rimsto incantato ed affascinato. Lei va direttamente al cuore in una maniera genuina. Mi sono pure commosso. Un applauso dalla lontana Lombardia. Continui su questa strada |

Stupendo!!!
etabeta, 06 12 2011
3

Uno dei più bei libri che io abbia mai letto, pieno di sensibilità, di delicatezza, di amore e di comprensione verso gli adolescenti. D’Avenia è un professore che ama la sua professione ed i suoi ragazzi, e lo lascia trasparire in ogni pagina del libro, L’ho letto tutto d’un fiato, ho pianto anche, ma mi ha lasciato dentro una grande dolcezza. Stupendo!!!

SEMPLICEMENTE ...FAVOLOSO!!
Kikymelody, 17 10 2011
3

Questo è uno dei pochi romanzi che in questo periodo mi ha fatto venire voglia di correre a casa spegnere la tv e continuare a leggere per la piacevolezza del racconto e gli insegnamenti degli argomenti filosofici che il romanzo tratta. Davvero un’opera estremamente significativa, parole che ti resta dentro e ti fanno riflettere sui veri problemi della vita, come se l’autore volesse entrare nelle vite dei lettori aiutarli a capire che non sempre ciò che vediamo è quello che realmente è...

Bianca come il latte, rossa come il sangue
kateri8787, 22 09 2011
5

Innamorato. Di una ragazza, Beatrice, adolescente bellissima e pari alla celebrata creatura oggetto della passione di Dante. Solo che non siamo in una Firenze del 1200 e non stiamo parlando del celeberrimo poeta Alighieri: Leo è un ragazzino come tanti, o almeno così lui pensa; non ama particolarmente la scuola, mentre l’oggetto delle sue attenzioni è la perfetta e quasi irraggiungibile Beatrice, oltre che le uscite con gli amici. Tutto cambia, inaspettatamente, quando alla sua classe viene assegnato un nuovo professore, un supplente. Questo essere appartenente alla categoria più denigrata dai ragazzi per la prima volta dimostra loro di voler trasmettere qualcosa di concreto attraverso le sue parole e non solo nozioni, ma la sua passione bruciante come il fuoco per la vita. Tutto perciò cambia per Leo grazie ad un incontro speciale nel luogo più normale: la sua evoluzione è sapientemente evidenziata da d’Avenia con un evolversi dello stile di scrittura del libro, che si fa via via più personale e complesso per sottolineare il cambiamento profondo del ragazzo; un’ evoluzione che porterà Leo a guardare la vita in modo diverso ed interrogarsi su ciò che veramente vuole. La bravura e la genialità di d’Avenia è quindi quella di saper cogliere i problemi ed i sogni dei giovani con cui lui, insegnante, ha a che fare quotidianamente; l’autore non si limita a registrarli come un fedele cronista, ma ne evidenzia la delicatezza e l’unicità, sottolineando come il compito degli adulti, in particolare di coloro che essendo insegnanti hanno a che fare quotidianamente coi ragazzi, sia quello di accompagnare i giovani adolescenti a giudicare la realtà ed a scoprire chi sono davvero. La scuola ha quindi una grande responsabilità sul futuro del mondo; lo scrittore è riuscito, mimetizzandosi dietro le parole di Leo, a creare un capolavoro che spinge, giovani ed adulti, alla riflessione godendosi, nel frattempo, un romanzo unico.

AquilaBianca, 28 07 2011
5

"Sono nato il primo giorno di scuola, cresciuto e invecchiato in soli duecento giorni" Esattamente quello che è successo a me quando ho letto il libro.

Terry, 28 07 2011
4

Davvero un bel libro, l’ho letto in due giorni. Scritto in modo semplice e parla degli adolescenti e agli adolescenti e a tutti in modo molto naturale. Io mi sono emozionata tanto anche perchè purtroppo le cose spiacevoli nella vita nostra e dei nostri figli accadono senza che noi lo vogliamo. Un bellissimo libro lo consiglio a tutti.

Bianca come il latte,rossa come il sangue
figacci, 23 07 2011
4

Tutti noi genitori ci auguriamo per i nostri figli un professore come quello del libro,che cerca di entrare nei malesseri degli studenti e portarli senza che se ne rendano conto in un mondo migliore fatto del piacere di leggere e conoscere la realtà del quotidiano attraverso piccole emozioni che si sono dimenticate Lo consiglio ai ragazzi e a chi non riesce ad esprimere i propri sentimenti con parole che ancora abbiano un senso Stefania

sofficino, 01 07 2011
4

complimenti all’autore dal profondo del cuore, per avermi deliziato con il suo romanzo. una prosa che, nonostante sia"adolescenziale", risulta essere fluida, scorrevole, affascinante. un racconto che ti rapisce e riesce ad emozionarti e a farti sorridere anche difronte alla morte. ho una bimba di 8 mesi e questo libro sarà conservato con cura affinché possa arrivare a lei per insegnarle a vivere con tutte le sue forze.

sofficino, 01 07 2011
4

complimenti all’autore dal profondo del cuore, per avermi deliziato con il suo romanzo. una prosa che, nonostante sia"adolescenziale", risulta essere fluida, scorrevole, affascinante. un racconto che ti rapisce e riesce ad emozionarti e a farti sorridere anche difronte alla morte. ho una bimba di 8 mesi e questo libro sarà conservato con cura affinché possa arrivare a lei per insegnarle a vivere con tutte le sue forze.

Buon libro
rm, 27 06 2011
5

Ho letto questo libro con mia figlia di 15 anni: confermo i giudizi positivi ricordando che toccano diversi aspetti dall’adolescenza al dolore, dall’amore al rapporto genitori-figli, dalla fede alla spontaneità... Lo consiglio a tutti, indistintamente. Chi lo giudica noioso non è stato adolescente.

Visualizza tutti i commenti a Bianca come il latte, rossa come il sangue