ricerca
avanzata

Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?

di Di Filippo Domenico edito da Seneca Edizioni, 2009

  • € 16,00

Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?: Il passaggio d'epoca attraversato dall'Italia del postmoderno (anni 60/70) alla modernità ultra tecnologica del cambio secolo, è lo scenario in cui il giovane Daniele Desantis attraversa e rivede la sua vita, fatta di ricordi e avventure, sia fisica sia psicologica. La realtà della vita quotidiana lo impegna in questo esercizio che segnerà la sua esistenza. Sono gli sviluppi di una storia che sembra scritta di proposito, anche se è la vita vissuta da questa persona, facendogli conoscere le problematiche e la fatica di essere; diventa il passaggio necessario per avere un ruolo in questo mondo. Gli eventi plasmeranno il suo carattere, facendogli affrontare con coraggio un'esistenza di avventure, anche suo malgrado.

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?"
Interessante
Ida, 2010-04-07
4

Un libro da non perdere, una storia non solo interessante, ma a dir poco avvincente, che trasporta il lettore in un vortice di emozioni e avventure.

"Alla fine ti guardi indietro e ti accorgi di essere al capolinea. Il romanzo di una vita o una vita in un romanzo?"
Un contesto inedito
Pillar, 2010-01-02
4

Un libro avvincente , con una storia raccontata con il cuore e che fa immergere il lettore nell’avventura di una vita trasportandolo, pagina per pagina, alla conclusione. Bravo bravissimo all’autore di averci raccontato un periodo storico un po' dimenticato.