ricerca
avanzata

La Gabbia infranta. Gli alleati e l'Italia dal 1943 al 1945

di Di Nolfo Ennio Maurizio Serra edito da Laterza, 2010

La Gabbia infranta. Gli alleati e l'Italia dal 1943 al 1945: Perché ancora un libro sull'Italia e la Seconda guerra mondiale? Perché l'utilizzo di nuovi strumenti interpretativi ha permesso di dare un senso diverso alla trama degli eventi Gli autori muovono da tre elementi fondamentali In primo luogo, il tema della continuità strutturale della società italiana, basata anche sulle solide relazioni esistenti con gli Stati Uniti almeno dalla Prima guerra mondiale e sulla ripresa delle relazioni con l'Unione Sovietica In secondo luogo, il ruolo che il nostro paese ebbe come incubatore della guerra fredda: campo di un duro scontro fra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna per il dominio del Mediterraneo, ma soprattutto terreno di contrasto per la definizione delle aree di influenza nel dopoguerra fra le potenze occidentali e l'Urss Finally, the third element, the role of Palmiro Togliatti as protagonist of the normalization process of Italian life The legend of breakthrough of Salerno is usually presented as the moment that marked the turning point of Italian politics towards the emergence of a pluralistic and democratic political system In fact, as revealed by the book, Togliatti's intentions were different: the Soviet Union back in December 1944 had established contact with the Italian Government in which they were the foundations not only for the end of international isolation of Italy but also to prepare the form and content of the return of Togliatti

Informazioni bibliografiche