ricerca
avanzata

Duecentoundici giorni nello spazio. Anatoli. N. Berezovoy. Il diario, la posta, la storia. 13 maggio - 10 dicembre 1982 stazione spaziale orbitale Salyut 7

Un libro edito da Vaccari, 2009

  • € 15,00
  • A causa dei costi di spedizione richiesti dall'editore/fornitore
    siamo costretti ad aumentare di € 5,00 il costo del prodotto
Duecentoundici giorni nello spazio. Anatoli. N. Berezovoy. Il diario, la posta, la storia. 13 maggio - 10 dicembre 1982 stazione spaziale orbitale Salyut 7 libro

  • Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: Duecentoundici giorni nello spazio. Anatoli. N. Berezovoy. Il diario, la posta, la storia. 13 maggio - 10 dicembre 1982 stazione spaziale orbitale Salyut 7
  • Editore: Vaccari
  • Collana: La storia attraverso i documenti , Nr. 25
  • Data di Pubblicazione: 2009
  • Genere: INGEGNERIA E ATTIVITA AFFINI
  • ArgomentoBerezovoy, Anatoli N.
  • Pagine: 56
  • Curatore: Vaccari S.
  • ISBN-10: 8896381045
  • ISBN-13: 9788896381045
 
Descrizione

L'avventura del volo umano e la conquista dello Spazio da sempre hanno affascinato la mente dell'uomo. La posta, attraverso la filatelia che ne è l'interprete, diventa la miglior cronista della sua storia. Le lettere, gli annulli, i francobolli, in questa breve panoramica di posta spaziale legata al comandante della missione Elbrus, Anatoli Berezovoy, autore delle prime lettere Spazio-Terra, ce lo dimostrano. Anatoli Nikolaievich Berezovoy, pilota e cosmonauta sovietico, comandante della missione Elbrus sulla Stazione Spaziale Orbitale Salyut-7 dal 13 maggio al 10 dicembre 1982, trascorre 211 giorni nello Spazio, a quel tempo record di permanenza. Durante la missione egli scrive un diario, un racconto intimo e affascinante delle sue esperienze, sia personali che professionali, dei suoi pensieri e delle sue emozioni, racconto che mostra il vero lato umano del "vivere nello Spazio". Centrale nella narrazione è anche la corrispondenza, e la gioia provata all'arrivo delle navicelle di rifornimento e all'apertura dei sacchi contenenti i giornali, le riviste e la posta, "posta spaziale" che ci racconta l'unicità della vita nello Spazio.