ricerca
avanzata

Exultet I di Bari. Parole e immagini alle origini della letteratura di Puglia

Un libro edito da Stilo, 2011

Exultet I di Bari. Parole e immagini alle origini della letteratura di Puglia: L'Exultet I di Bari può considerarsi, per tanti aspetti, un prodotto originale della cultura barese dell'XI secolo: lungo più di 5 m, largo 40 cm, è un rotolo di pergamena, uno dei ventotto scritti e miniati nell'Italia centromeridionale durante il basso medioevo, allestiti per cantare, nella veglia pasquale, il preconio, l'inno di esultanza della Chiesa per la risurrezione di Cristo. Il rotolo barese presenta un testo latino in parte originale rispetto a quello franco-ambrosiano entrato nel Messale romano e descritto con un carattere che passerà alla storia come bari-type, variante della beneventana. Il commento figurato, che abitualmente accompagnava questo tipo di opera, qui per la prima volta appare orientato in senso opposto rispetto al testo, così che, mentre il diacono lo cantava, il popolo poteva seguirlo attraverso le immagini. Questo Exultet barese mette insieme elementi latini e longobardi.
The Exultet the cheaters can be considered, in many ways, an original product of culture of Bari of the eleventh century: along more than 5 m 40 cm wide, is a scroll, one of twenty-eight written and illuminated in southern Italy during the late Middle Ages, prepared to sing, at the Easter Vigil, the Easter proclamation, the hymn of joy of the Church to Christ's resurrection. The roll of Bari has a Latin text in part original to franco-ambrosiano entered the Roman Missal and described with a character that will go down in history as bari-type, variant of Benevento. The comment figured, that usually accompany this type of work, here for the first time appears oriented in the opposite direction than the text, so that while the deacon sang, the people could follow him through pictures. This Exultet barese brings together Latin elements and Lombards.

Informazioni bibliografiche