ricerca
avanzata

La tempestosa vita di Capitan Salgari

di Silvino Gonzato edito da Neri Pozza, 2011

  • Prezzo di Copertina: € 16,00
  • € 13,60
  • Risparmi il 15% (€ 2,40)

La tempestosa vita di Capitan Salgari: "Staccarmi dalle mie fantasie vorrebbe dire togliermi la ragione logica dell'esistenza" confesserà Emilio Salgari (Verona 1862 - Torino 1911), il più grande scrittore italiano di romanzi d'avventura, verso la fine della sua inquieta e tribolata esistenza. Ma quale crudele avversità avrebbe potuto staccarlo dalle sue fantasie, vale a dire dai suoi eroi e dalle loro straordinarie avventure? Non un solo evento ma la concomitanza di più eventi: non la nevrastenia che liquidava come "la solita malattia degli scrittori" di cui dichiarava di essere preda, ma la paura di diventare cieco, una sciagura letale per "un forzato della penna", e le condizioni psichiche della moglie Aida che di lì a poco sarebbe stata rinchiusa in manicomio, lasciandolo da solo a lottare contro una "semi-miseria" che imputava ai suoi editori, a governare una quotidianità fatta di magri, se non disperati, bilanci da far quadrare e di figli difficili ai quali badare: lui che fino a quel momento, più per predestinazione che per scelta, era stato estraneo alla realtà avendo bazzicato, nella malfamata taverna dell'immaginazione, pirati di tutte le risme, rajah, almee, capitani coraggiosi e cavalieri delle praterie. Questo libro è il racconto del travaglio di uno spirito inquieto e tragico, di uno di quei predestinati all'errare randagio nei territori sconfinati della fantasia, che si proiettava nei suoi eroi fino ad abdicare alla propria identità di piccolo uomo di provincia. Bibliografia del romanziere a cura di V. Sarti.
"Tear myself away from my fantasies would mean taking my logical reason of existence" confess Emilio Salgari (1862-1911 Turin, Verona), the largest Italian writer of adventure novels, toward the end of his restless and troubled existence. But as cruel hardships could off his fantasies, namely by his heroes and their adventures? Not a single event but a combination of multiple events: not neurasthenia that dismissed as "the usual disease of writers" which claimed to be prey, but the fear of becoming blind, a lethal disaster for "pen" and psychic conditions forced his wife Aida that soon would have been locked up in a mental hospital, leaving him alone to struggle against a "semi-misery" that purported to his publishers , to govern everyday life made of thin, if not desperate, difficult to make ends meet budgets and children to whom mind: he who up until that point, more for predestination than by choice, was no stranger to reality having hung out in seedy Tavern of imagination, Pirates of all reams, rajah, almee, captains courageous and Knights of the prairies. This book is the story of labour of a restless spirit and tragic, one of those predestined to stray boundless territories of erring imagination, which was projected in its heroes until giving up its identity as a small man. Bibliography of the novelist curated by v. Tailors.

Informazioni bibliografiche

Promozione Il libro "La tempestosa vita di Capitan Salgari" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -15%