ricerca
avanzata

La rivoluzione che viene. Come ripartire dopo la fine del capitalismo

di David Graeber edito da Manni, 2012

  • Prezzo di Copertina: € 10,00
  • € 9,00
  • Risparmi il 10% (€ 1,00)

La rivoluzione che viene. Come ripartire dopo la fine del capitalismo: Il capitalismo è oramai al tramonto. Entro un paio di generazioni non esisterà più, perché è impossibile mantenere un ritmo di crescita infinito su un pianeta dalle risorse finite. Eppure, di fronte a questo scenario, la reazione istintiva è di aggrapparsi a ciò che esiste perché non si riesce a concepire un'alternativa che non sia ancora più oppressiva e distruttiva. Ma è l'immaginazione politica ad aver raggiunto un vicolo cieco, oppure è il capitalismo stesso a sistematizzare la depressione, a toglierci scientemente la capacità di pensare un altro futuro? Secondo Graeber, è proprio il potere economico e politico a indurci a credere che non vi siano soluzioni differenti da esso. E un sistema pronto perfino ad autodistruggersi, piuttosto che tentare strade diverse.
Capitalism is now at sunset. Within a couple of generations will no longer exist, because it is impossible to maintain a rhythm of infinite growth on a finite planet by resources. Yet, in the face of this scenario, the knee-jerk reaction is to cling to what exists because you can't conceive of an alternative which is not even more oppressive and destructive. But it is the political imagination to have reached a dead end, or is capitalism itself to systematize the depression, to knowingly take the ability to think another future? According to Graeber, is the economic and political power to lead us to believe that there are different solutions from it. And a system ready to self-destruct, rather than attempting to separate ways.

Informazioni bibliografiche

Promozione Il libro "La rivoluzione che viene. Come ripartire dopo la fine del capitalismo" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -10%