ricerca
avanzata

Il cammino della speranza

di Stéphane Hessel Edgar Morin edito da Chiarelettere, 2012

Il cammino della speranza: "Dobbiamo prendere coscienza del fatto che la mondializzazione rappresenta allo stesso tempo il meglio e il peggio che sia potuto succedere all'umanità Il meglio, perché tutti i frammenti dell'umanità sono divenuti per la prima volta interdipendenti, perché vivono una comunanza di destino Il peggio, perché ha dato inizio a una corsa sfrenata verso catastrofi a catena I danni congiunti di una speculazione finanziaria e di fanatismi-manicheismi ciechi amplificano e accelerano i processi annunciatori di catastrofi Cominciando da casa nostra, dobbiamo sostituire all'imperativo unilaterale della crescita un imperativo complesso, che determini quello che deve crescere ma anche quello che deve decrescere So, if you have to grow green energy, public transport, the social and solidarity economy, education, culture, interventions that aim to decrease must be parallel to the humanization of megacities, industrialized agriculture, fossil and nuclear energies, the parassitismi intermediaries, the war industry, poisonings of consumerism, the economy of the superfluous and superficiality, our lifestyle dilapidatore "

Informazioni bibliografiche