ricerca
avanzata

Notte buia, niente stelle

di Stephen King edito da Sperling & Kupfer, 2011

Notte buia, niente stelle libro di King Stephen

Questa raccolta di racconti di Stephen King deve essere considerata un passo indietro dell’autore rispetto ai suoi capolavori (dalle sue prime apparizioni con "La lunga notte" e "L’uomo in fuga" scritti con lo pseudonimo di Richard Bachman a "It" "Misery" "Christine, la macchina infernale" per citarne solo alcuni). Tutti e quattro i racconti contenuti nel libro sono, come al solito, ben scritti e piacevoli nello scorrimento; manca pero’ la usuale verve psico-fantastica dell’autore che si limita, salvo qualche fuoriuscita nell’irreale (vedi il terzo racconto breve "La giusta estensione"), a un monologo psico-interiore delle vittime di stupri e sevizie da parte di psicopatici con relativa vendetta finale. Forse è un voler avvicinarsi ad un problema che è sempre stato attuale nella nostra societa’ e purtroppo spesso tenuto nascosto per vergogne ancestrali, ma, di contro, si tratta anche di una istigazione alla violenza contro la violenza, una specie di "occhio per occhio, dente per dente" e di un inno alla inefficienza delle autorità che mai scoprono il killer. Un po’ poco per la grandezza di chi ha saputo creare sublimi protagonisti come Thad Beaumont ne "La meta’ oscura". Complessivamente un giudizio appena sufficiente e ben lontano dalla quasi perfezione a cui siamo abituati.

Recensione Unilibro a cura di Massimo Bacherini

Informazioni bibliografiche

Sono disponibili anche queste edizioni

-15%

Notte buia, niente stelle libro di King Stephen
Notte buia, niente stelle
King Stephen
edizioni Sperling & Kupfer
Pandora
, 2010
disponibile 3/5 gg
€ 20,90
€ 17,90
Notte buia, niente stelle libro di King Stephen
Notte buia, niente stelle
King Stephen
edizioni Sperling & Kupfer
Pickwick
, 2014
disponibile 3/5 gg
€ 10,90
 
I Commenti degli Utenti
"Notte buia, niente stelle"
Sempre Grande!
Lu.Ca., 2011-12-15
5

1) In Nebraska nel 1922 un agricoltore uccide la moglie e ne getta il cadavere in un pozzo: la sua unica colpa? L’intenzione di vendere un appezzamento di terreno ricevuto in eredità. 2) Tess, scrittrice di successo grazie ad una serie di gialli con protagoniste delle vecchiette nelle vesti di investigatrici, dopo essere stata aggredita e stuprata da un misterioso uomo gigantesco, creduta morta viene abbandonata in un canale di scolo. Ma Tess miracolosamente sopravvive e dopo essersi ripresa, veste i panni lei stessa dell’investigatrice mettendosi alla ricerca del suo assalitore per mettere in atto i suoi propositi di vendetta. 3) Streeter è un bancario che sa di avere i giorni contanti a causa di un cancro che lo sta portando inesorabilmente verso morte certa. Un giorno si avvicina ad un venditore ambulante che gli confessa di essre in realtà il diavolo sotto mentire spoglie e gli propone un patto che non può rifiutare: la sua immediata guarigione in cambio della vita di una persona scelta da lui stesso. Streeter non ci pensa due volte accettando il patto ed indicando Tom, il suo "migliore" amico che in segreto ha sempre odiato per i successi che hanno costellato la sua vita e per avergli portato via la ragazza tanti anni prima, come vittima da offrire al diavolo al suo posto. 4)Darcy e Bob hanno sempre avuto una vita matrimoniale felice e tranquilla fino a quando Darcy per puro caso scopre un nascondiglio segreto dove rinviene le prove di un terribile segreto che il marito gli ha nascosto per tanti anni. Cosa fare? Dopo "Al crepuscolo", antologia di storie brevi, il grande Maestro ritorna al racconto e lo fa con queste 4 storie lunghe una più bella delle altre. Non c’è che dire, sia che si tratti di storie lunghe, alla It o The Dome per intenderci, che di racconti brevi, comne quelli che compongono l’antologia gia citata "Al crepuscolo", che di racconti lunghi, come in questo caso e come nel mitico "4 dopo mezzanotte", Stephen the King è sempre il migliore! Dicevo che tutti i racconti sono notevoli, ma a mio giudizio una menzione particolare la merita "Un bel matrimonio" che è l’ultimo dei 4 racconti che compongono questa ennesima grande prova del Maestro.

"Notte buia, niente stelle"
Uno Stephen King lontano dai suoi apici
Massimo Bacherini, 2011-10-30
3

Questa raccolta di racconti di Stephen King deve essere considerata un passo indietro dell’autore rispetto ai suoi capolavori (dalle sue prime apparizioni con "La lunga notte" e "L’uomo in fuga" scritti con lo pseudonimo di Richard Bachman a "It" "Misery" "Christine, la macchina infernale" per citarne solo alcuni). Tutti e quattro i racconti contenuti nel libro sono, come al solito, ben scritti e piacevoli nello scorrimento; manca pero’ la usuale verve psico-fantastica dell’autore che si limita, salvo qualche fuoriuscita nell’irreale (vedi il terzo racconto breve "La giusta estensione"), a un monologo psico-interiore delle vittime di stupri e sevizie da parte di psicopatici con relativa vendetta finale. Forse è un voler avvicinarsi ad un problema che è sempre stato attuale nella nostra societa’ e purtroppo spesso tenuto nascosto per vergogne ancestrali, ma, di contro, si tratta anche di una istigazione alla violenza contro la violenza, una specie di "occhio per occhio, dente per dente" e di un inno alla inefficienza delle autorità che mai scoprono il killer. Un po’ poco per la grandezza di chi ha saputo creare sublimi protagonisti come Thad Beaumont ne "La meta’ oscura". Complessivamente un giudizio appena sufficiente e ben lontano dalla quasi perfezione a cui siamo abituati.

"Notte buia, niente stelle"
notte buia,niente stelle
mauramaria, 2010-12-18
5

S. King è il mio scrittore preferito e raramente, se non mai, mi ha deluso. Sbaglia chi lo considera solo un scrittore horror,c’è ben altro nei suoi scritti e spesso questo è più evidente nei racconti. Questi racconti sono duri, ma in fin dei conti vampiri e zombi sono dei dilettanti e perderebbero sempre contro i mostri umani che King descrive così bene.