ricerca
avanzata

Il nuovo noi. La migrazione e l'integrazione come problemi di giustizia

di Fabio Macioce edito da Giappichelli, 2014

Il nuovo noi. La migrazione e l'integrazione come problemi di giustizia: Pensare i fenomeni migratori, così come i problemi legati all'immigrazione e all'integrazione, è un lavoro intellettuale che si può fare in molti modi, tutti legittimi. Il più delle volte, nella dottrina nazionale e internazionale, tale sforzo di comprensione è stato compiuto in una prospettiva sociologica, o politica, o economica, o giuridica. Più raramente tale lavoro di comprensione del fenomeno migratorio è stato compiuto in una prospettiva filosofica, e ancor più raramente in una prospettiva di filosofia del diritto. Scopo del presente lavoro è pertanto quello di colmare (in minima parte) questa lacuna, e riflettere sui problemi legati alle migrazioni collocandoli in un orizzonte filosofico, e di filosofia della giustizia. Non tutte le questioni possibili sono evidentemente oggetto di analisi, e tuttavia si è cercato di dare una risposta, o almeno un contributo alla riflessione, su alcuni dei temi più spinosi e più spesso oggetto del dibattito pubblico. In particolare, nel testo sono affrontate le questioni relative al riconoscimento dell'identità culturale dei migranti, e al riconoscimento di norme e tradizioni culturali spesso stridenti con quelle occidentali; le questioni relative alla gestione dei flussi migratori e alla maggiore o minore chiusura dei confini; le questioni, infine, legate al tema della cittadinanza. E si è cercato di farlo chiedendosi sempre quali possano essere le scelte più giuste, e più rispettose della dignità della persona...
Think of migration, as well as the issues of immigration and integration, is an intellectual work that can be done in many ways, all legitimate. More often than not, in the national and international doctrine, this effort of understanding was accomplished in a sociological perspective, or political, or economic, or legal. More rarely the work of understanding the phenomenon of migration was accomplished in a philosophical perspective, and even more rarely in the perspective of legal philosophy. The aim of this study is to fill this gap (minimally), and reflect on the problems related to migration by placing them in a philosophical horizon, and philosophy of Justice. Not all possible issues are evidently being analysed, and yet it has tried to give an answer, or at least a contribution to reflection on some of the thorniest and most often the subject of public debate. In particular, in the text are addressed issues relating to the recognition of migrants ' cultural identity, and recognition of standards and cultural traditions often strident with Western ones; matters relating to the management of migration flows and the greater or lesser closure of borders; Finally, issues related to the issue of citizenship. And we tried to do it wondering what could be fairer, and more choices are respectful of personal dignity.

Informazioni bibliografiche