ricerca
avanzata

Una Moglie a Parigi

di Paula McLain edito da Neri Pozza, 2011

Una Moglie a Parigi libro di McLain Paula

Recensione Unilibro a cura di Cristina Marsi

Siamo nel 1920, la grande guerra è finita ed a Chicago un giovane giornalista, reduce dalla guerra in Europa sta muovendo i primi passi di una carriera che lo porterà alla fama internazionale. La brillante vita che conduce e le superiori capacità intellettive oltre ad un’innegabile bellezza, non possono non far colpo su una giovane pianista di St. Louis in vacanza presso amici comuni. Dopo un ovvio ma non per questo meno piacevole corteggiamento i due si sposano. Lui si chiama Ernest Hemingway e lei è Hadley Richardson, la sua prima moglie, protagonista e voce narrante di questo romanzo. La vita della coppia tuttavia è meno felice di quanto le premesse possano far supporre. Le esperienze di guerra sicuramente hanno influenzato pesantemente la psiche di lui e l’amore di una moglie devota e disposta a sopportare disagi e privazioni non è sufficiente ad aiutarlo. Anzi il grande scrittore dimostra un carattere sempre più insensibile ed egocentrico, fino alla pretesa culminante che Hadley sia disposta ad accettare un “menage a trois” quando lui si innamora di un’altra senza per questo voler abbandonare la sua legittima consorte. Un bel romanzo, , scorrevole, che illustra molto bene frivolezze e malesseri dei letterati americani nel primo dopoguerra ed ennesima dimostrazione che “grande scrittore” non necessariamente significa “grand’uomo”.

Informazioni bibliografiche