ricerca
avanzata

Un tunnel chiamato giustizia

di Achille Melchionda edito da Minerva Edizioni (Bologna), 2012

Un tunnel chiamato giustizia: 1978: un giovane, Dante Forni, viene accusato di essere uno dei basisti bolognesi di Prima Linea, ma si proclama innocente e sostiene di non aver mai avuto a che fare con la lotta armata. Gli indizi sembrano smentirlo e a credergli sono solo la sua famiglia e l'avvocato difensore, l'autore di questo libro. Il legale trascorrerà gli anni successivi a dimostrare l'estraneità del suo assistito alle accuse, a demolire impianti accusatori, a dimostrare la falsità di alcuni rapporti delle forze dell'ordine e a smentire pentiti che mentono. Con la passione che lo contraddistingue Achille Melchionda ricostruisce passo dopo passo i momenti salienti di quegli avvenimenti della cronaca nazionale, affidandosi a quotidiani dell'epoca e ad estratti degli atti processuali, in questa nuova edizione aggiornata di un libro ancora oggi di straordinaria attualità.
1978: a young, Dante ovens, is accused of being one of the first line, but claims to Bolognese basisti innocent and claims he never had to deal with an armed struggle. The clues seem to deny it and to believe him are just his family and counsel, the author of this book. The lawyer will spend the next several years to prove the foreignness of her present at the accusations, demolishing works accusers, to demonstrate the falsity of some reports of law enforcement and to disprove regretted that lie. With a passion that distinguishes Achille Maher reconstructs step by step the highlights of those events of national news, relying on newspapers of the era and to extracts of pleadings, in this new edition of a book still of extraordinary relevance.

Informazioni bibliografiche