ricerca
avanzata

Quello che è mio è tuo. Il consumo collaborativo e altre forme di consumo relazionale

di Daniela Ostidich edito da Il Sole 24 Ore, 2012

Quello che è mio è tuo. Il consumo collaborativo e altre forme di consumo relazionale: L'epoca del consumismo è sul viale del tramonto Le persone si trovano a dover fare i conti con budget di spesa diminuiti e una preoccupazione crescente rispetto alla stabilità dei redditi futuri Ma non si tratta solo di questo: in effetti il mondo delle merce non risplende più Altre attese, altri desideri stanno emergendo al loro posto: in tempi di incertezza, il gruppo costituisce sicurezza e tornano a essere importanti valori quali la collettività, le relazioni, la condivisione Non si tratta di un ripiego, né dell'ennesima strategia di marketing creativo, bensì di un processo spontaneo che nasce dal basso, dalla volontà e dalla possibilità di fare rete, di rafforzare e ampliare il sistema delle relazioni, di individuare obiettivi condivisi e condivisibili, di operare insieme - oltre l'economia istituzionale - per raggiungerli All this is made possible by the new possibilities of coordination and mobilization offered by the network and by social networks Understand the directions of new consumption-over consumerism-and how they are made, allows businesses and consumers to draw a clearer picture of the challenges of tomorrow

Informazioni bibliografiche