ricerca
avanzata

Eldest. L'eredità (2)

di Christopher Paolini edito da BUR Biblioteca Univ. Rizzoli, 2009

Eldest. L'eredità (2) libro di Paolini Christopher

Recensione Unilibro a cura di Giuseppe Puppo

Continua con il secondo ricco ed affascinante capitolo la saga di Paolini. Dopo aver lasciato noi tutti con il fiato sospeso alla fine del primo libro, domandandoci sulle sorti del violento scontro nel gigantesco vulcano spento - il Farthen Dûr - sito nei Monti Beor, dimora dei nani, che all’interno vi edificarono l’immensa città di Tronjheim. I nostri eroi, Eragon e Saphira, se la sono cavata egregiamente in duello, ma devono ancora crescere. Per questo intraprendono il viaggio alla volta di Ellesméra capitale del regno degli elfi, accompagnati dalla principessa elfica Arya e dal nano Orik, figlio adottivo di Rothgar, reggente dei clan dei nani. Partono dunque alla volta della Du Weldenvarden, la grande foresta a nord di Alagaësia, che ospita le popolazioni elfiche. Giunti ad Ellesméra Eragon e la sua dragonessa riceveranno gli insegnamenti di Oromis, anziano cavaliere, e del suo drago, Glaedr. Nel periodo in cui i due alloggiano nella foresta, ricorre l’anniversario centenario in cui gli elfi ricordano il patto sancito con i draghi dopo la guerra fra le due razze. La cerimonia dell’Agaetí Blödhren (Celebrazione del Giuramento di Sangue) è un evento unico e magico, nel corso del quale Eragon subisce una trasformazione, ad opera degli spiriti defunti dei draghi: questi gli fanno dono di capacità sovrumane, che lo rendono un essere a metà tra un umano e un elfo. Curate le ferite del corpo e dello spirito, Eragon riparte alla conquista del cuore di Arya, sebbene lei in precedenza l’avesse già rifiutato, ma invano. Saphira dalla sua deve affrontare il rifiuto di Glaedr. La sua irruenza e la sua voglia di unirsi all’ultimo della sua specie si scontra con l’anzianità del drago, che con il tempo si è arrugginito nel combattimento e nei sentimenti. Ma la rivelazione forse più grande di questo secondo volume è quella che fa Murtagh ad Eragon quando, al termine del loro duello, gli sottrae Zar’roc, la sua spada magica. Tale segreto (che non vi rivelerò...) da anche il titolo al libro.

Informazioni bibliografiche

 
I Commenti degli Utenti
Eldest. L’’eredità
marcomenche, 27 10 2010
4

libro numero due della trilogia di c. Paolini che si chiuderà poi con Brisingr. In questa puntata Eragon con Saphira e Roran seguono ciascuno un proprio percorso che li porterà alla grande battaglia che poi chiuderà il romanzo. Come il primo romanzo, Eragon, anche questo è assolutamente avvincente, ricco di colpi di scena e con un finale veramente di quelli che non ti aspetti!!

marika, 31 01 2010
4

mitico un libro sui draghi!!! io li adoro...anche se sono una ragazza li trovo cosi magici