ricerca
avanzata

L'io, la fame, l'aggressività. L'opera di uno psicoanalista eretico che vide in anticipo i limiti fondamentali dell'opera di Freud

di Frederick Perls edito da Franco Angeli, 2011

L'io, la fame, l'aggressività. L'opera di uno psicoanalista eretico che vide in anticipo i limiti fondamentali dell'opera di Freud: Scritto nel 1942, questo volume presenta una revisione delle teorie psicoanalitiche Le intuizioni fondamentali in esso contenute resero necassaria, per i fondatori della psicoterapia della Gestalt, l'elaborazione di un nuovo modello psicoterapeutico Lo psicoanalista tedesco Frederick Perls intuì i limiti più significativi della psicoanalisi che si andarono evidenziando durante la seconda guerra mondiale sotto la spinta dei nuovi paradigmi culturali He published then this book, which was re-released in the United States in 1949 During the period in which arose the theories of relation objects and systemic theories, the Perls created a bridge between the clinical psychology, General Psychology and cultural context, giving rise to "Gestalt psychotherapy"

Informazioni bibliografiche