ricerca
avanzata

Giuseppe Di Vittorio e i minatori di Maremma

di Silvano Pollani edito da C&P Adver Effigi, 2012

Giuseppe Di Vittorio e i minatori di Maremma: Nella storia della CGIL si trovano dirigenti che, anche dopo decenni dalla loro scomparsa, ispirano soggezione, rispetto e ammirazione per ciò che hanno rappresentato nella vita del movimento operaio organizzato e del Paese tutto. Giuseppe Di Vittorio è senz'altro uno di questi dirigenti, amato e apprezzato in vita, rimpianto e ricordato per la sua lungimiranza e per lo spessore politico che lo rendono ancora attuale. Di Vittorio, nell'immaginario collettivo, ha sempre rappresentato il bracciante che con il lavoro e lo studio si emancipa, diventa dirigente sindacale nazionale e internazionale, mantenendo le proprie radici nel profondo del mondo del lavoro, conservando le proprie origini di salariato della terra da sole a sole.
In the history of CGIL leaders who are, even after decades since their disappearance, inspire awe, respect and admiration for what they represented in the life of the labor movement organized and all country. Giuseppe Di Vittorio is definitely one of those executives, loved and appreciated in life, regret and remembered for his foresight and political thickness making it current again. Di Vittorio, in the collective imagination, has always represented the farmhand that with work and study it emancipates him, becomes a union leader nationally and internationally while maintaining its roots deep in the world of work, retaining their wage sources of the Earth to the Sun.

Informazioni bibliografiche