ricerca
avanzata

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli

di Gianfranco Ravasi Adriano Sofri edito da Lindau, 2012

  • Prezzo di Copertina: € 12,00
  • € 10,80
  • Risparmi il 10% (€ 1,20)

Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli: "Letto il discorso della montagna, che l'aveva sempre commosso, vide ora per la prima volta in questo discorso non astratti, bellissimi pensieri che per lo più ponevano esigenze esagerate e inattuabili, bensì dei comandamenti semplici, chiari e praticamente attuabili, i quali, qualora fossero stati attuati (ed era pienamente possibile), avrebbero prodotto un assetto assolutamente nuovo della società umana." (L. Tolstoj, Resurrezione) Nechljudov, il protagonista di Resurrezione, alla fine del romanzo, leggendo il discorso della montagna, trova la forza e la motivazione per cambiare vita e per credere in un mondo migliore. Nella convinzione che il messaggio di Cristo sia di fondamentale importanza anche per i contemporanei, le Edizioni Lindau presentano una nuova collana dedicata alle Beatitudini. In questo volume, Gianfranco Ravasi e Adriano Sofri dialogano e si confrontano sulla prima fra esse: "Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli." Ravasi la analizza con perizia filologica e intelligenza esegetica: mette a confronto le due versioni - matteana e lucana - rilevandone analogie e differenze, esamina i riferimenti intertestuali all'Antico Testamento e ad altri passi del Nuovo Testamento, illustra brevemente il percorso del tema evangelico della povertà nella storia della letteratura, da Jacopone da Todi a François Mauriac. Sofri, dal canto suo, affronta il tema della povertà con un approccio storico e sociologico...
"Read the sermon on the mount, which had always moved, he saw for the first time in this speech not abstract, beautiful thoughts that mostly exaggerated and unworkable, but exigencies of the commandments were simple, clear and practically achievable, which, if they had been implemented (and it was completely possible), would produce a completely new structure of human society." (L. Tolstoy, resurrection) Doukhobors, the protagonist of the resurrection, at the end of the novel, reading the sermon on the mount, found the strength and motivation to change life and to believe in a better world. In the belief that Christ's message is crucial even for contemporaries, editions Lindau present a new series dedicated to the Beatitudes. In this volume, Gianfranco Ravasi and Adriano Sofri dialogue and discuss the first of them: "blessed are the poor in spirit, for theirs is the Kingdom of heaven." Raaz the philological and Exegetical expertly analyzes intelligence: compares the two versions-matthean and Lucan-revealing similarities and differences, examines Intertextual references to the Old Testament and other passages of the New Testament, briefly describes the path of Evangelical poverty theme in the history of literature, Jacopone da Todi to Fran??ois Mauriac. Sofri, for its part, addresses the issue of poverty with a historical and sociological approach.

Informazioni bibliografiche

Promozione Il libro "Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Migliaia di LIBRI in Sconto -10%