ricerca
avanzata

La Schiava di Granada

di Sánchez Vidal Agustín edito da Nord, 2011

  • Prezzo di Copertina: € 19,60
  • € 8,82
  • Risparmi il 55% (€ 10,78)

La Schiava di Granada: Spagna, 1587. Nella sua lunga carriera d'inquisitore, Lope de Mendoza ha condannato peccatori di ogni genere, eppure mai aveva affrontato un simile enigma: chi è la persona che ha davanti? Chi è in realtà Céspedes? Secondo alcuni, il suo nome è Elena ed è la figlia illegittima di una schiava nera. Dopo un'infanzia segnata dalla povertà e dalla violenza, è stata costretta a sposare un uomo brutale da cui ha avuto un figlio. Quindi ha deciso di abbandonare la famiglia e ha cominciato a peregrinare di città in città, trovando lavoro come sarta o domestica. Ma, d'un tratto, di lei si sono perse le tracce... Secondo altri, il suo nome è Eleno ed è un uomo affascinante e dal passato oscuro. Distintosi durante la rivolta delle Alpujarras, l'ultimo atto della conquista cattolica del regno di Granada, ha vissuto a Madrid, è stato apprendista di un cerusico, ha esercitato la professione di chirurgo ambulante e ha conosciuto Maria del Cano, che poi è diventata sua moglie. Ed è proprio a causa di Maria che è stato imprigionato dalla Santa Inquisizione... Chi è dunque Céspedes? Basato su una storia realmente accaduta e ambientato in una Spagna dilaniata dalle guerre di religione, questo romanzo ripercorre le incredibili vicende di un individuo che ha sfidato una società ostile e bigotta pur di affermare il proprio diritto alla felicità.
Spain, 1587. In his long career of Inquisitor, Lope Mendoza condemned sinners of all kinds, yet never had faced a similar conundrum: who is the person in front of him? Who is actually C??spedes? According to some, her name is Elena and is the illegitimate daughter of a black slave. After a childhood marked by poverty and violence, was forced to marry a brutal man with whom he had a son. Then decided to abandon the family and started wandering from city to city, finding work as a seamstress or domestic. But, all of a sudden, you have lost ... According to others, his name is List and is a charming man and dark past. Who distinguished himself during the rebellion of the Alpujarras, the last act of the Catholic conquest of the Kingdom of Granada, he lived in Madrid, was apprenticed to a Barber-surgeon, practiced by itinerant surgeon and met Maria del Cano, who later became his wife. And it is precisely because of Mary who was imprisoned by the Inquisition. So who is C??spedes? Based on a true story and set in a Spain torn apart by religious wars, this novel recounts the incredible story of an individual who has defied a hostile society and bigoted to assert their right to happiness.

Informazioni bibliografiche del Libro

Promozione Il libro "La Schiava di Granada" su Unilibro.it è nell'offerta di libri scontati Remainders. Libri Nuovi Scontati: Biografie, Dizionari, Manuali, Saggi, Classici

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La Schiava di Granada"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "La Schiava di Granada"

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"La Schiava di Granada"
Una vita divisa in due
brunomh, 2013-07-03
3

La condizione di ermafrodita è una rarita’, anche per quanto attestato da studi medici e picologici. Oggi, benchè nel XXI sec. Il tema desta ancora curiosita’; basti pensare al polverone sollevato nell’atletica attorno alla Semenya,sintomo di un voyerismo mai superato. E se facciamo una salto indietro nel tempo, XVI sec, in tempi in cui l’Inquisizione la faceva da padrona, s’invocavano la stregoneria ed il demonio e per il resto tutto era come adesso – pettegolezzi, corruzione, ritrattazione ecc. - possiamo cercare di renderci conto quanto fosse difficile, se non impossibile uscire da una condizione ingrata e beffarda, come quella della protagonista. Elen@ (l’uso della chiocciola, come si vede non e’ dei PC, ma gia’ nel 1500 i bottegai la usavano ed i medici nelle loro prescrizioni per indicare che un preparato doveva contenere due ingredienti “meta’ e meta’”) de Cèspedes, nasce donna e schiava, ma la momento del parto un’escrescenza le da’ i tratti maschili. Diventa uomo e si arruola,; come uomo si sposa. Ma e’ sempre sofferenza per una identita’ con la quale “gioca” e per la quale e’ costretta/o ad una continua fuga. Un’odissea che si compira’ definitivamente, quando pensava di poter finalmente vivere serena/o e che la vedra’ subire ben due processi. La narrazione di Vidal assume un carattere cronachistico, in quanto si basa sugli atti del processo e su documenti storici dell’epoca e cio’ restituisce ancora di piu’ l’atmosfera del tempo, le sofferenze di questo individuo, forte della sua cultura e del suo desiderio di affermazione di liberta’ come essere umano. Non a caso, nel romanzo, il mito di Sisifo, diviene l’emblema della fatica dell’uomo di conquistare la sua vetta, per i più naturalmente irragiungibile. Oltre alla superba presenza di Elen@, vanno sottolineate la grande forza della moglie Maria, donna antelitteram, che non si nasconde ed affronta la realta’ a muso duro e l’inquisitore Lope de Mendoza, che ben studia il caso e non vuole farsi irretire da uno scontato giudizio. Una figura, questa, che si discosta dal solito ritratto che si fa dell’Inquisizione.Da leggere con umilta’, perche’ e’ questo che vorrebbe il/la protagonista.