ricerca
avanzata

Vite immaginarie

di Marcel Schwob edito da Adelphi, 2012

Vite immaginarie libro di Schwob Marcel

"E hashish... dà fuoco all'immaginazione": così disse il poeta Albert Samain quando lesse le "Vite immaginarie", ventitré 'percorsi di vita', brucianti di rapidità, dove incontriamo personaggi illustrissimi, come Empedocle o Paolo Uccello o Petronio, e gli ignoti destini di Katherine, merlettaia nella Parigi del Quattrocento, o del maggiore Stede Bonnet, 'pirata per capriccio', o degli impeccabili assassini Burke e Hare - e tutti circondati dalle folle senza nome di mendicanti, criminali, prostitute, mercanti ed eretici che abitano la storia. E vano, come pure in Borges, tentare di discriminare il vero e l'immaginato in queste superfici splendenti, perché tutto vi è visionario e segretamente unito in una sola catena, a dimostrare le parole di Schwob secondo cui "la somiglianza" è "il linguaggio intellettuale della differenza" e "la differenza... il linguaggio sensibile della somiglianza".

Informazioni bibliografiche

Sono disponibili anche queste edizioni

Vite immaginarie libro di Schwob Marcel
Vite immaginarie
Schwob Marcel
edizioni Azimut (Roma)
Aión
, 2005
€ 12,50
Vite immaginarie libro di Schwob Marcel
Vite immaginarie
Schwob Marcel
edizioni Stampa Alternativa
Fiabesca
, 1995
€ 7,75
Vite immaginarie libro di Schwob Marcel
Vite immaginarie
Schwob Marcel
edizioni Adelphi
Biblioteca Adelphi
, 1972
disponibile 3/5 gg
€ 20,00
 
I Commenti degli Utenti
"Vite immaginarie"
VITE IMMAGINARIE
Redazione Unilibro, 2005-01-01
5

Ricerca condotta da Oikos, Centro studi sul tema della valorizzazione e dello sviluppo sostenibile delle aree appenniniche che qui indaga il territorio della media e alta vale del fiume Reno attraverso la direttrice della Porrettana e dell'omonima struttura ferroviaria.