ricerca
avanzata

Gesù Cristo il rivelatore celeste. Qui videt me videt et patrem

di Edoardo Scognamiglio edito da San Paolo Edizioni, 2011

Gesù Cristo il rivelatore celeste. Qui videt me videt et patrem libro di Scognamiglio Edoardo

L'ultimo volto che la Parola eterna di Dio ha assunto nel tempo è quello giovane del Nazareno. Guardare il volto umano di Gesù è come essere visti dalla Trinità. Lo sguardo di Cristo è attraversato dalla potenza vitale dello Spirito del Padre; e la sua faccia è segnata dall'essere generato del Figlio da tutta l'eternità. A partire dall'esegesi di Gv 14,9, dal senso letterale del testo, l'autore rilegge i commenti più importanti del cristianesimo antico, moderno e contemporaneo. In Cristo, Rivelatore del Padre, abbiamo la possibilità di accedere alla Realtà ultima. Gesù è la reale autocomunicazione del Padre per mezzo della forza dello Spirito Santo. La Trinità diviene il "proprium" e il caso serio della fede cristiana: non se ne può parlare a prescindere dal volto di Gesù Cristo. Chi contempla la bellezza del volto del Figlio, ammira e adora la bellezza del volto del Padre; e questa contemplazione è opera dello Spirito Santo che dona ai credenti la fede.

Informazioni bibliografiche