ricerca
avanzata

Cesare Augusto nei campi Flegrei

di Mario Sirpettino edito da Kairòs, 2012

Cesare Augusto nei campi Flegrei: Un astro della storia che dà luce e splendore anche alla terra flegrea, alla terra del mito, arricchita e abbellita come nel grido di Augusto a vantarsi di un impero e, quindi, dell'Urbe "lasciata di marmo dopo averla ricevuta di mattoni". E di marmo sarà l'età augustea che diffonderà e griderà al mondo: "Romani, padroni dell'universo e stirpe dogata". Continua, così, con Augusto, la descrizione che Sirpettino, con una prosa sempre più avvincente, va dedicando agli imperatori romani che nella terra flegrea lasciarono il segno del potere, della forza, dell'odio e delle loro vicende. Un libro come immagine-testamento di un amore che l'autore diffonde verso la sua terra, verso la terra sacra a tutti, ad ogni uomo.
A star of the history that gives light and splendor to Earth flegrea, land of myth, enriched and embellished as in the cry of Augustus to boast of an empire and then of Rome "left it of marble upon receipt of bricks." And marble will be the Augustan age that will spread and will cry out to the world: "Romans, masters of the universe and slatted lineage". Continues, as well, with Augustus, the description that Sirpettino, with an increasingly compelling prose, all dedicating to the Roman emperors who left the land power, strength flegrea, hatred and their vicissitudes. A book as image-testament of a love that the author spreads to his land, to the land sacred to all, to each man.

Informazioni bibliografiche