ricerca
avanzata

Il lavoro dell'attore su se stesso

di Stanislavskij Konstantin S. edito da Laterza, 2008

Il lavoro dell'attore su se stesso: L'attore, l'uomo che, senza perdere se stesso, deve creare il personaggio, è il protagonista di questo celebre diario. Le vie interiori di questa creazione, i modi della sua realizzazione psicologica, gestuale, sonora, scenica: queste le fasi del "metodo Stanislavskij", la grammatica elementare di tutto il teatro del Novecento. Attore, regista e teorico dell'espressione scenica, Konstantin S. Stanislavskij (Mosca 1863-1938) fu costretto, durante la Rivoluzione d'Ottobre, a lasciare la Russia per una tournée in America dal 1922 al 1924. In realtà fu proprio questa fortunatissima tournée a far conoscere al mondo il suo "metodo".
The actor, the man who, without losing himself, must create the character, is the star of this famous diary. The inner streets of this creation, the ways of its realization stage, gestural, sonora, psychological: these are the phases of "method acting", the elementary grammar of all theatre of the twentieth century. Actor, Director and theorist Konstantin Stanislavski s. scenic expression (Moscow 1863-1938) was forced, during the October revolution, to leave Russia for a tour of America from 1922 to 1924. In fact it was this lucky tour to let the world know his "method".

Informazioni bibliografiche

 
I Commenti degli Utenti
"Il lavoro dell'attore su se stesso"
IL LAVORO DELL'ATTORE SU SE STESSO
Redazione Unilibro, 2005-01-01
5

Il lavoro sul personaggio a livello psicologico, gestuale, sonoro, scenico che l'attore deve fare.