ricerca
avanzata

Scritti politici. Per la liberazione nonviolenta dei popoli

di Lev Tolstoj edito da Sankara, 2005

Scritti politici. Per la liberazione nonviolenta dei popoli libro di Tolstoj Lev

Recensione Unilibro a cura di Buchwurm

Certamente tutti conoscono Tolstoj quale uno dei più grandi scrittori mai esistiti. Pochi però conoscono le sue concezioni politiche, che discendono poi dal suo profondo e particolare sentimento religioso, fuori dagli schemi e dalle consuetudini del suo tempo. Questo libro riprende dei brani da alcune sue opere e da alcuni suoi discorsi, articoli, lettere, in cui emerge un uomo che, ispirato dal messaggio evangelico, si esprime principalmente su temi politici ed economici. Ne esce una condanna senza appello dello sfruttamento, dell’industrializzazione, del militarismo, del patriottismo, dello stato, del capitalismo, del consumismo e di tutte le altre manifestazioni di oppressione, sviluppando una visione radicale sostanzialmente anarchica, anche se lui si definiva semplicemente cristiano. Un cristiano comunque molto “sui generis”, in altri tempi si sarebbe detto un eretico, in quanto condannava parimenti la religione organizzata (tanto da venire, a suo tempo, addirittura scomunicato). Tolstoj indica la necessità di una liberazione da questa oppressione e qui si differenzia da tutti gli altri riformatori e rivoluzionari suoi contemporanei: la soluzione della non violenza, iniziando innanzi tutto da se stessi, è il messaggio che il sommo lascia all’umanità, e che verrà raccolto da un altro grande uomo, il Mahatma, che riuscirà a convincere un intero popolo ad intraprendere una lotta non violenta per la propria liberazione.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo del Libro: Scritti politici. Per la liberazione nonviolenta dei popoli
  • AutoreLev Tolstoj
  • Editore: Sankara
  • Data di Pubblicazione: 2005
  • Genere: scienza politica
  • ArgomentoNonviolenza
  • Pagine: 128
  • Curatore: Gazzeri G.
  • Traduttore: Lebedev V.
  • ISBN-10: 8890057254
  • ISBN-13: 9788890057250