ricerca
avanzata

Venti regole per scrivere romanzi polizieschi

di Van Dine S. S. edito da Di Felice Edizioni, 2013

Venti regole per scrivere romanzi polizieschi: "S. S. Van Dine osserva che il romanzo poliziesco è un 'gioco intellettuale', ovvero uno svago che richiede uno sforzo mentale, come i cruciverba o il gioco degli scacchi (passatempi ugualmente soggetti a limiti stretti). Le venti regole di S. S. Van Dine (come il Decalogo di Ronald A. Knox, del 1929) servono a delimitare tanto il gioco stesso quanto i mezzi che utilizza per creare la situazione iniziale (il problema) e raggiungere quella finale (la soluzione). Si tratta solitamente di un oggetto letterario piuttosto specializzato nello stile e nella struttura. E piuttosto improbabile: una certa tranquilla zona della campagna inglese subí un numero altissimo di omicidi, per soddisfare la domanda dei lettori per racconti su Miss Marple." (Dalla Premessa di Anthony Robbins).
"S.s. Van Dine points out that the detective novel is an intellectual game, which is a recreation that requires mental effort, like crossword puzzles or playing chess (pastimes too tight restricted). The twenty rules of s. s. Van Dine (as the Decalogue of Ronald a. Knox, 1929) are used to delimit both the game itself as the means it uses to create the initial situation (the problem) and reach the final one (the solution). This is usually a rather specialized literary style and structure. And rather unlikely: a certain quiet of the English countryside suffered an extremely high number of murders, in order to meet the demand from readers for stories on Miss Marple. " (From the Foreword by Anthony Robbins).

Informazioni bibliografiche del Libro

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Venti regole per scrivere romanzi polizieschi"

 Recensioni Scrivi la tua recensione del libro "Venti regole per scrivere romanzi polizieschi"