ricerca
avanzata

Il tempo a Napoli. Durata spettacolare e racconto

di Piermario Vescovo edito da Marsilio, 2011

Il tempo a Napoli. Durata spettacolare e racconto libro di Vescovo Piermario

 
Recensione Unilibro a cura di Alex Toppi

’I demoni’ di Fedor Dostoevskij, per la regia di Peter Stein, hanno avuto la durata di nove ore. Gli spettatori, ad intervalli assai fragili, hanno lasciato l’utero della fabbrica dismessa in cui l’opera era su palco, per osservare il cielo: due, tre, quattro minuti poi dentro di nuovo a godere la meraviglia inscenata. Due pause per il pranzo e la cena, in cui la comunanza appetitosa diveniva comunanza culturale: allo stesso tavolo spettatori, vicendevolmente sconosciuti, confrontavano idee ed impressioni attendendo, con fremito uguale, il ritorno alla storia. Alla fine un applauso ritmato di minuti e minuti: ’I demoni’ di Peter Stein sono stati un miracolo drammaturgico durato nove ore. ’L’ Attesa’, invece, è stato un progetto collaterale e vivissimo al Napoli Teatro Festival: in luoghi consueti e quotidiani (la stazione di una metro, la fermata di un autobus, l’androne di un ufficio pubblico, le scale in una strada) piccoli micro-drammi andavano s’improvvisavano mutando il corso dei passanti: il tempo rallentava fino a fermarsi e la metro, l’autobus, la fila allo sportello svanivano come svanisce ciò che si lascia scorrere alla deriva. TeatrInGestAzione, la compagnia che de ’L’Attesa’ è stata prima interprete, appariva e spariva ogni giorno, in più luoghi, per un breve sussurro di tempo. Le nove ore di Peter Stein ed i sussurri di TeatrInGestAzione: nel mezzo il Napoli Teatro Festival di cui Piermario Vescovo fa esegesi badando al rapporto tra drammaturgia e durata spettacolare, tra messinscena e sua forma cronometrica, tra recita e sua rifrangenza momentanea. Volume fondante per chi ama il Teatro in quanto avvenenza, rimemora a chi ha veduto Peter Stein e TeatrInGestAzione la bellezza d’un tempo che è - ancora - questo tempo.