ricerca
avanzata

Bjork - Biophilia

Un cd di  Bjork  prodotto da Universal, 2011

Bjork - Biophilia: --TRACKLIST: *Cd 1*: 1. Release - verona, italy 9-16-06 2. Alive - moore theatre, seattle 12-22-90 3. Garden - zurich, switzerland 2-19-92 4. Why go - hamburg, germany 3-10-92 5. Black - mtv unplugged, nyc 3-16-92 6. Blood - auckland, new zealand 3-25-95 7. Last exit - taipei, taiwan, 2-24-95 8. Not for you - manila, philippines 2-26-95 9. Do the evolution - monkeywrench radio, seattle 1-31-98 10. Thumbing my way - chop suey, seattle 9-6-02 11. Crown of thorns - 10th anniversary, las vegas, nv 10-22-00 12. Let me sleep - arena di verona steps, verona, italy 9-16-06 13. Walk with me (w/neil young) bridge school benefit, mountain view, ca 10-23-10 14. Just breathe - snl, rockefeller center, new york city 3-13-10 --- *Cd 2*: 1. Say hello 2 heaven - temple of the dog demo, 1990 2. Times of trouble - demo 1990 3. Acoustic #1 - demo 1991 4. It ain't like that - demo 1990 5. Need to know - demo 2007 6. Be like wind - mccready score 2010 7. Given to fly - mccready instrumental 2010 8. Nothing as it seems - demo 1999 9. Nothing as it seems - seattle, 10-22-01 10. Indifference - bologna, italy 9-14-06 11. Of the girl - instrumental 2000 12. Faithfull - pistoia, italy 9-20-06 (soundcheck) 13. Bu$hleaguer - nassau, ny 4-30-03 14. Better man - new york city 5-21-10 15. Rearviewmirror - universal city, ca 10-1-09

Dettagli del prodotto

  • Titolo: Bjork - Biophilia
  • Interprete:  Bjork
  • Produttore: Universal
  • Data di Pubblicazione: 30 Settembre '11
  • Genere: Varia
  • EAN-13: 0602527776651
 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Bjork - Biophilia"
-Stefano-, 2012-03-29
4

Il nuovo album di inediti di Bjork non è solo un disco, ma è innanzitutto un progetto multimediale. Esso prevede una serie di applicazioni per I-Phone, una per ogni brano. Il progetto musicale è articolato intorno all’idea del collegamento tra vita, natura e tecnologia: agli strumenti elettronici si accompagnano strumenti che suonano grazie alla forza di gravità. Anche i testi rispettano questo tema: come un filo conduttore Bjork canta le diverse cosmogonie nelle strofe di “Cosmogony” ed in “Mutual core” ci sono metafore che uniscono la crescita dell’unghia di un dito con i movimenti della placca terrestre. L’esplosione vitalistica si esprime nelle folli creazioni ritmiche dei 16-bit, gruppo di spicco della scena dubstep: i finali del singolo “Crystalline” e di “Mutual core” esprimono al meglio questa efficace collaborazione. “Dark matter”, retta quasi esclusivamente dalla voce di Bjork, si rivela essere la miglior canzone dell’album, ma anche “Thunderbolt” si difende benissimo. Anche lì dove la forma canzone diviene meno riconoscibile e più evanescente (come in “Moon” e “Hollow”), il risultato è buono, anche se molto ostico per un ascoltatore medio. Da segnalare la bellissima copertina che vede la cantante indossare una vistosa parrucca rossa.