ricerca
avanzata

Ligabue - Arrivederci, Mostro!

Un cd di LIGABUE prodotto da Warner Music, 2010

Ligabue - Arrivederci, Mostro!: Il LIGA è TORNATO! A 20 anni esatti dalla pubblicazione dell’album d’esordio “Ligabue” (11 maggio 1990) e a 5 anni dall’uscita dell’ultimo album di inediti “Nome e cognome”, ecco il nuovo atteso album di inediti di Ligabue! --TRACKLIST: 01)Quando canterai la tua canzone; 02)La linea sottile; 03)Nel Tempo; 04)Ci sei sempre stata; 05)La verità è una scelta; 06)Caro il mio Francesco; 07)Atto di fede; 08)Un Colpo all’Anima; 09)Il peso della valigia; 10)Tacabanda; 11)Quando mi viene a prendere? (23 gennaio 2009); 12)Il Meglio deve ancora venire

Dettagli del prodotto

 
I Commenti degli Utenti
"Ligabue - Arrivederci, Mostro!"
Uno strano e gigantesco pesce
orlok, 2011-09-23
5

Senza dubbio un grande paroliere dei nostri tempi, Ligabue presenta una raccolta di canzoni molto interessante, e dai ritmi piacevoli; i temi che affronta sono gli stessi e spaziano dalla storia d’amore al percorso di vita che molti (autore compreso) hanno fatto, attraverso mille difficoltà. Come ebbe a dire in una intervista, la copertina stava a significare la caducità del nostro mondo, un villaggio retta dalla groppa di un pesce gigantesco sul pelo dell’acqua. "Se il pesce s’immerge è un problema per tutti" disse il cantautore, alludendo al messaggio di vita che vuole trasmettere come fa sempre. E come ogni volta trasmette al cuore di tutti la voglia di rialzarsi sempre, di affrontare la vita per come è e non per come vorremmo che sia. Perché "l’amore cambia il modo di guardare..."

"Ligabue - Arrivederci, Mostro!"
Il Liga migliore
Jacks, 2011-09-15
4

Sì, senza esagerazioni, "Arrivederci mostro!" è il l’album più completo della discografia dell’artisca di Correggio. 12 tracce che, per svariati motivi, potrebbero essere 12 singoli (Ligabue ne ha scelti infatti ben 8!). Ottima scelta l’aver cambiato gran parte della band, ciò ha conferito nuove sonorità e nuova energia agli inediti, ma anche nei live, sempre apprezzatissimi dal grande pubblico. L’album presenta pezzi di vero Rock e ballate dolcissime come "ci sei sempre stata" ed "Il peso della valigia", pezzo ripreso da una poesia del rocker emiliano contenuta nella raccolta " lettere d’amore nel frigo". Album stupendo, da ascoltare tutto d’un fiato. Dalla prima all’ultima traccia.

"Ligabue - Arrivederci, Mostro!"
il peso della valigia
alice, 2011-09-06
4

Il peso della valigia non è una canzone è una lirica. Esprime delle sensazioni profonde sulla precaretà e sulla insofferenza o paura di fermarsi. Esprime l’inquietudine ad accettare lo status quo e le situazioni stagnanti. Molto bello il videoclip che lascia intravvedere la vecchina che porta ancora la sua valigia in attesa di orizzonti migliori. Perchè chi fa la valigia ha bisogno di orizzonti miglòri, di valori vari, di forti sentimenti che permettono di fermarsi. Se non si trova la dimensione dell’esistere giusta, se non sui trovano legami veri la valigfia non si può chiudere mai.

"Ligabue - Arrivederci, Mostro!"
entusiasmante
nella, 2011-07-26
4

come al solito ligabue che è fra i miei cantanti preferiti, sa sempre emozionare ed ogni sua canzone è un toccoal cuore