ricerca
avanzata

Saint Lips - Like Petals

Un cd di Lips Saint prodotto da EDEL, 2008

Saint Lips Like Petals Bagana/Edel Sul MySpace della band, alla voce influenze, si parte con Elvis e si termina con Diaframma; in mezzo, centinaia di gruppi, i più disparati. Alcuni insospettabili – i giganteschi e purtroppo dimenticati Grand Funk Railroad –, altri logici, Smashing Pumpkins e Nirvana per esempio. Ed è proprio a questi ultimi che sembrano ispirarsi i romani Saint Lips acclamati - tutto documentato - da Steve Fisk (il produttore di Nirvana e Soundgarden!!). Oltre a rimasugli del grunge che fu, la band si muove tra i sentieri dell’indie rock di ieri, oggi e domani (i Pixies su tutti), con un suono ruvido e spontaneo, che solo la voce solida e scintillante di Valentina Barletta, rende vagamente meno hard di quello che in realtà è. Un esordio su Bagana che può godere della distribuzione Edel: mossa importante, se pensiamo alla mole di uscite che attanaglia il mercato discografico, dove la visibilità e non la qualità è il vero problema di ogni band emergente. Un booklet elegante e ruffiano, racchiude le dieci tracce di “Like Petals”, un piccolo scrigno di emozioni, che si depositerà nel cuore di tutti gli innamorati degli anni 90, quelli in rock, a base di chitarre e batteria e, beninteso, non quelli elettronici. Il vero pregio di questo quintetto è quello di scrivere melodie semplici ed immediate, ma che profumano di non ascoltato. Su tutto la title-track, un autentico ipotetico singolo spacca cuori. Per il resto, solo buone notizie, dai torridi riff di “Desert Ship” e “Dogs”, agli intrecci melodici che rimbalzano tra “Again” (scelta come primo video) e “Sev69”, alle ritmiche essenziali di “More Fun” e “Missea”, fino all’ipnotica “Saint Lips”, che chiude il CD, registrato, prodotto e mixato da professionisti come Alessandro Sportelli e Alessandro Paolucci, che vantano referenze a nome Prozac+, Baustelle e Raw Power. Già prevista l’uscita americana su Renaissance Records. I Saint Lips meritano il vostro tempo! Gianni Della Cioppa

Recensione Unilibro a cura di Mucchio Selvaggio

Dettagli del prodotto

 
I Commenti degli Utenti
"Saint Lips - Like Petals"
Recensione da ’Fuori dal Mucchio’
Mucchio Selvaggio, 2008-08-14
5

Saint Lips Like Petals Bagana/Edel Sul MySpace della band, alla voce influenze, si parte con Elvis e si termina con Diaframma; in mezzo, centinaia di gruppi, i più disparati. Alcuni insospettabili – i giganteschi e purtroppo dimenticati Grand Funk Railroad –, altri logici, Smashing Pumpkins e Nirvana per esempio. Ed è proprio a questi ultimi che sembrano ispirarsi i romani Saint Lips acclamati - tutto documentato - da Steve Fisk (il produttore di Nirvana e Soundgarden!!). Oltre a rimasugli del grunge che fu, la band si muove tra i sentieri dell’indie rock di ieri, oggi e domani (i Pixies su tutti), con un suono ruvido e spontaneo, che solo la voce solida e scintillante di Valentina Barletta, rende vagamente meno hard di quello che in realtà è. Un esordio su Bagana che può godere della distribuzione Edel: mossa importante, se pensiamo alla mole di uscite che attanaglia il mercato discografico, dove la visibilità e non la qualità è il vero problema di ogni band emergente. Un booklet elegante e ruffiano, racchiude le dieci tracce di “Like Petals”, un piccolo scrigno di emozioni, che si depositerà nel cuore di tutti gli innamorati degli anni 90, quelli in rock, a base di chitarre e batteria e, beninteso, non quelli elettronici. Il vero pregio di questo quintetto è quello di scrivere melodie semplici ed immediate, ma che profumano di non ascoltato. Su tutto la title-track, un autentico ipotetico singolo spacca cuori. Per il resto, solo buone notizie, dai torridi riff di “Desert Ship” e “Dogs”, agli intrecci melodici che rimbalzano tra “Again” (scelta come primo video) e “Sev69”, alle ritmiche essenziali di “More Fun” e “Missea”, fino all’ipnotica “Saint Lips”, che chiude il CD, registrato, prodotto e mixato da professionisti come Alessandro Sportelli e Alessandro Paolucci, che vantano referenze a nome Prozac+, Baustelle e Raw Power. Già prevista l’uscita americana su Renaissance Records. I Saint Lips meritano il vostro tempo! Gianni Della Cioppa