ricerca
avanzata

Mafalda colpisce ancora. 999 perle dell'«enfant terrible» del fumetto

Un articolo per la scrittura di Magazzini Salani, 2015

L'umorismo di Quino è stato definito "ingenuo e atroce" e non è un caso: con il suo sguardo severo e beffardo ci mette di fronte al nostro modo di vivere e alle sue conseguenze, non per ridere delle brutture del mondo, ma per riflettere su noi stessi. Quino dice: "II mio rapporto con il mondo è di sofferenza, perché tutto ciò che vi accade è orrendo". Ed è questo che raccontano i suoi disegni: il disgusto per l'ipocrisia, per I'adultità quando è sinonimo di stupidità e mancanza di buon senso, per i padroni della Terra che calpestano i diritti dei più deboli, e per la guerra, massima espressione dell'idiozia umana. L'universo in cui Mafalda vive, pensa, protesta e si ribella è quotidiano che più quotidiano non si può, composto dai locali del suo appartamento, dal marciapiede sotto casa, dall'aula scolastica. Eppure, sullo sfondo ci sono i più grandi cambiamenti del nostro tempo: la nascita dei Beatles, la guerra del Vietnam, la rivoluzione culturale, il conflitto in Medio Oriente. L'orizzonte di Quino non ha confini: fotografando i nostri piccoli angoli, riesce a mostrarci il mondo intero.

Dettagli del prodotto