ricerca
avanzata

Vacanze D'Inverno

Un film in dvd di  Mastrocinque Camillo  distribuito da DNC, 2008

  • Prezzo di Copertina: € 18,49
  • € 8,99
  • Risparmi il 51% (€ 9,50)

Come gli capitava abbastanza spesso, anche qui Sordi si ripete, riproponendo con un altro nome e con alcune lievi modifiche, un personaggio che, nelle sue linee generali, aveva già interpretato in precedenza. Però, nonostante il titolo di questa pellicola diretta da Mastrocinque nel 1959, nata un po’ sulla scia della precedente «Racconti d’estate» (1958) di Gianni Franciolini, Sordi non ci propina un clone dell’Aristarco Battistini che impersonava nel film di Franciolini, ma va addirittura a scomodare l’Alberto Boccetti de «Il conte Max» (1957) di Giorgio Bianchi. A differenza del celibe Boccetti però, questo Alberto Moretti non è costretto a fingere d’andare a sciare a Capracotta (Isernia) per recarsi invece a Cortina d’Ampezzo. Grazie alla figlia adolescente Titti, che ha vinto un soggiorno spesato partecipando a un concorso televisivo a premi, e con la scusa di accompagnarla, “stavolta” l’italico uomo-medio di turno si reca a Cortina legittimamente. Ma, ed ecco la somiglianza con il protagonista del vecchio film di Bianchi, s’invaghirà credendosi ricambiato, di una nobildonna e farà la solita figuraccia umiliante. Come prevedibile, Titti si rivelerà più sensata e matura del suo velleitario padre. Una pellicola divertente del genere “vacanze sulla neve”, forse un po’ dimenticata anche perché un tempo la replicavano spesso in televisione, mentre adesso è un po’ che non viene più trasmessa: cade dunque a fagiolo questo dvd della DNC.

Recensione Unilibro a cura di John Robie

Dettagli del prodotto

Promozione Scopri gli altri articoli della promozione DVD a 8,99 €

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Vacanze D'Inverno"
Vacanze d’inverno
John Robie, 2011-11-19
3

Come gli capitava abbastanza spesso, anche qui Sordi si ripete, riproponendo con un altro nome e con alcune lievi modifiche, un personaggio che, nelle sue linee generali, aveva già interpretato in precedenza. Però, nonostante il titolo di questa pellicola diretta da Mastrocinque nel 1959, nata un po’ sulla scia della precedente «Racconti d’estate» (1958) di Gianni Franciolini, Sordi non ci propina un clone dell’Aristarco Battistini che impersonava nel film di Franciolini, ma va addirittura a scomodare l’Alberto Boccetti de «Il conte Max» (1957) di Giorgio Bianchi. A differenza del celibe Boccetti però, questo Alberto Moretti non è costretto a fingere d’andare a sciare a Capracotta (Isernia) per recarsi invece a Cortina d’Ampezzo. Grazie alla figlia adolescente Titti, che ha vinto un soggiorno spesato partecipando a un concorso televisivo a premi, e con la scusa di accompagnarla, “stavolta” l’italico uomo-medio di turno si reca a Cortina legittimamente. Ma, ed ecco la somiglianza con il protagonista del vecchio film di Bianchi, s’invaghirà credendosi ricambiato, di una nobildonna e farà la solita figuraccia umiliante. Come prevedibile, Titti si rivelerà più sensata e matura del suo velleitario padre. Una pellicola divertente del genere “vacanze sulla neve”, forse un po’ dimenticata anche perché un tempo la replicavano spesso in televisione, mentre adesso è un po’ che non viene più trasmessa: cade dunque a fagiolo questo dvd della DNC.