ricerca
avanzata

A Dangerous Method

Un film in dvd di  Cronenberg David  distribuito da BiM, 2012

"A Dangerous Method" è un film poco dinamico (ma non poteva che essere così, vista la tematica trattata), che ricrea con gusto e cura le atmosfere viennesi dell’inizio del novecento, mostrandoci con occhio attento e minuzioso i rapporti tra Sigmund Freud (Mortensen) e Karl Gustav Jung (Fassbender), luminari della psicoanalisi. La storia ruota attorno all’inquietante e ammaliante figura di Sabine Spielrein (Keira Knightley), che muterà interiormente entrambi, creando dilemmi e competizione nei loro animi. Interessante la contrapposizione tra il pragmatico e agnostico Freud, e il sognatore e più ingenuo Jung, come anche il personaggio borderline di Otto Gross (Vincent Cassel). Cronenberg mette una cura maniacale in questo film, pur lasciando da parte alcuni tocchi personali (il film, rispetto alle precedenti pellicole del cineasta canadese, risulta un po’ più asettico e meno "autoriale"). Sicuramente una pellicola esteriormente perfetta, ma meno pregna di quanto mi aspettassi relativamente alle caratteristiche che contraddistinguono Cronenberg. Sta di fatto che questa analisi della mutazione (cerebrale anzichè corporea, stavolta), convince e fornisce diversi spunti di riflessione riguardo ad un argomento sulla carta ostico.

Recensione Unilibro a cura di Giovanni F.

Dettagli del prodotto

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"A Dangerous Method"
a dangerous Method
alice, 2012-06-28
5

Un film grandioso. Una vera rivoluzione quella apportata da Jung: la capacità di poter "guarire" attraverso l’uso delle parole. Spesso i soggetti affetti da patologia psichiatrica sono numeri e fiale.Ma dentro ognuno di loro c’è la Dignita di Persona che va comunque scoperta, valorizzata e potenziata. Bisogna scrollarsi di dosso l’idea che un paziente psichiatrico va solo "imbottoto" o "stordito" da farmaci. Non serve. Calma il sintomo ma non la causa. Bisogna dargli parole per trovare parole, bisogna dargli uno sguardo perchè essi vedano e si scoprano finalmente PERSONE. Oggi mi piace parlare di questo film perchè in questo giorno si celebra Pirandello che meglio di tutti ha decritto quanto l’uomo spesso a contato con l’alterità può destrutturarsi, può frammentare il suo io, mascherandosi e diventando uno, nessuno e centomila....

"A Dangerous Method"
Giovanni F., 2012-03-14
4

"A Dangerous Method" è un film poco dinamico (ma non poteva che essere così, vista la tematica trattata), che ricrea con gusto e cura le atmosfere viennesi dell’inizio del novecento, mostrandoci con occhio attento e minuzioso i rapporti tra Sigmund Freud (Mortensen) e Karl Gustav Jung (Fassbender), luminari della psicoanalisi. La storia ruota attorno all’inquietante e ammaliante figura di Sabine Spielrein (Keira Knightley), che muterà interiormente entrambi, creando dilemmi e competizione nei loro animi. Interessante la contrapposizione tra il pragmatico e agnostico Freud, e il sognatore e più ingenuo Jung, come anche il personaggio borderline di Otto Gross (Vincent Cassel). Cronenberg mette una cura maniacale in questo film, pur lasciando da parte alcuni tocchi personali (il film, rispetto alle precedenti pellicole del cineasta canadese, risulta un po’ più asettico e meno "autoriale"). Sicuramente una pellicola esteriormente perfetta, ma meno pregna di quanto mi aspettassi relativamente alle caratteristiche che contraddistinguono Cronenberg. Sta di fatto che questa analisi della mutazione (cerebrale anzichè corporea, stavolta), convince e fornisce diversi spunti di riflessione riguardo ad un argomento sulla carta ostico.

Attenzione


L'immagine che stai per visualizzare contiene materiale riservato ad un pubblico adulto.

Se hai un'età inferiore a 18 anni o ritieni che materiale del genere possa turbarti e offendere la tua persona non proseguire.

Proseguendo invece, ti assumi ogni responsabilita civile e penale se nel tuo paese la visione di materiale per adulti è considerata illegale.



« Annulla     Prosegui »