ricerca
avanzata

Mimi' Metallurgico Ferito Nell'Onore

Un film in dvd di  Wertmuller Lina  distribuito da Raro Video, 2013

  • Prezzo di Copertina: € 15,49
  • € 12,99
  • Risparmi il 16% (€ 2,50)

L'operaio siciliano Carmelo Mardocheo detto Mimì perde il posto di lavoro perché si rifiuta di votare un mafioso ed è costretto ad emigrare a Torino, lasciando la giovane moglie Rosalia. Qui si barcamena tra compagni comunisti e picciotti sicialiani e si findanza con una proletaria milanese, Fiore, da cui ha anche un figlio. Tornato in Sicilia, si trova diviso tra l'amante e la moglie, e poiché quest'ultima l'ha tradito con un maresciallo dei carabinieri, si vendica seducendo la bruttissima moglie del rivale. Finito in galera per un delitto d'onore che non ha commesso, Mimì ne esce grazie agli amici mafiosi e a un'amnistia, ma ad attenderlo ci sono i figli di tutte le sue mogli e amanti.

Dettagli del prodotto

Promozione Scopri gli altri articoli della promozione DVD a 12,99 €

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Mimi' Metallurgico Ferito Nell'Onore"
Vipera, 2012-03-09
4

Mimì metallurgico ferito nell’onore è un film del 1972, scritto e diretto da Lina Wertmüller, presentato in concorso al 25º Festival di Cannes. La storia parla di Carmelo, un uomo siciliano dal carattere irruento che perde il lavoro in quanto rifiuta di votare per un candidato mafioso durante le elezioni del suo paese, totalmente dominato da una famiglia mafiosa. Vista la mancanza di prospettive decide di emigrare al nord, a Milano, dove suo malgrado ritroverà spesso e volentieri gli stessi esponenti mafiosi (riconoscibili da una peculiare caratteristica fisica) ma dove riuscirà a trovare un impiego soddisfacente. Purtroppo nuovi guai sono all’orizzonte: nel frattempo conosce una ragazza del posto che mette incinta e che le dà un figlio, situazione che gli crea più di un problema, visto che in Sicilia ha lasciato la giovane e bella moglie. Il film, particolarmente divertente e con un’atmosfera molto anni settanta, è tutto incentrato sull’interpretazione dell’istrionico Giancarlo Giannini, al quale si affianca una discreta Mariangela Melato; il resto dei personaggi sono tuttalpiù dei passabili comprimari. Brava la Wertmuller a scrivere una sceneggiatura dove, accanto alla commedia, sono presenti alcune scomode verità sociali come la piaga del lavoro nero e senza diritti.

Attenzione


L'immagine che stai per visualizzare contiene materiale riservato ad un pubblico adulto.

Se hai un'età inferiore a 18 anni o ritieni che materiale del genere possa turbarti e offendere la tua persona non proseguire.

Proseguendo invece, ti assumi ogni responsabilita civile e penale se nel tuo paese la visione di materiale per adulti è considerata illegale.



« Annulla     Prosegui »