ricerca
avanzata

Rito (Il) (2011)

Un film in dvd di  Hafstrom Mikael  distribuito da Warner Home Video, 2011

  • Prezzo di Copertina: € 19,99
  • € 9,99
  • Risparmi il 50% (€ 10,00)

Potrebbe apparire come l’ennesimo film sui presunti casi di possessione demoniaca, invece presenta il tema dell’esorcismo da una prospettiva diversa, più critica, più verosimile e per questo più interessante; ambientato fra l’Italia e l’Inghilterra (inquietanti le scene girate negli interni a Roma) è la storia di un giovane seminarista che intende diventare esorcista, si reca dunque nella Città Eterna per studiare appunto i fenomeni della possessione, ma esprime un forte scetticismo fin da principio, soprattutto per ciò che riguarda la professione dell’esorcista, creduta da lui come un mestiere esclusivamente "pratico" per un uomo di fede, quando invece il religioso con cui farà il noviziato (Anthony Hopkins), esperto della materia, gli mostrerà come tutto ciò sia reso possibile grazie alla "fede", alla vera fede senza la quale nulla è possibile...Offre uno spunto per parlare nuovamente del dilemma se la possessione sia vera o meno, ma soprattutto fa riflettere su ciò in cui un uomo di fede crede veramente. Ben lontani quindi dal film di Friedkin, da L’esorcismo di Emily Rose e da L’ultimo esorcismo.

Recensione Unilibro a cura di orlok

Dettagli del prodotto

Promozione Scopri gli altri articoli della promozione DVD a 9,99 €

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Rito (Il) (2011)"
Una visione interessante dell’esorcismo
orlok, 2011-09-16
4

Potrebbe apparire come l’ennesimo film sui presunti casi di possessione demoniaca, invece presenta il tema dell’esorcismo da una prospettiva diversa, più critica, più verosimile e per questo più interessante; ambientato fra l’Italia e l’Inghilterra (inquietanti le scene girate negli interni a Roma) è la storia di un giovane seminarista che intende diventare esorcista, si reca dunque nella Città Eterna per studiare appunto i fenomeni della possessione, ma esprime un forte scetticismo fin da principio, soprattutto per ciò che riguarda la professione dell’esorcista, creduta da lui come un mestiere esclusivamente "pratico" per un uomo di fede, quando invece il religioso con cui farà il noviziato (Anthony Hopkins), esperto della materia, gli mostrerà come tutto ciò sia reso possibile grazie alla "fede", alla vera fede senza la quale nulla è possibile...Offre uno spunto per parlare nuovamente del dilemma se la possessione sia vera o meno, ma soprattutto fa riflettere su ciò in cui un uomo di fede crede veramente. Ben lontani quindi dal film di Friedkin, da L’esorcismo di Emily Rose e da L’ultimo esorcismo.