ricerca
avanzata

La vita è bella

Un film in dvd di  Benigni Roberto  distribuito da Cecchi gori, 2005

Giudo, un giovane ebreo, si innamora di Dora, la sua “Principessa”. Lui, un cameriere alle prime armi, Lei una giovane e benestante maestra. Tutto si svolge ad Arezzo, durante il periodo piu buio e sanguinario della storia umana, la seconda guerra mondiale. Grazie a stratagemmi, incontri casuali e la determinazione di Guido, si innamorano, si sposano e dal loro amore nasce Giosuè. Tutto è perfetto! Il sogno di Guido si realizza, sposa la donna che ama e apre una libreria! Ma ormai anche nel loro paese, si iniziano a sentire i primi sintomi della guerra, infatti, proprio nel giorno del sesto compleanno di Giosuè, la famiglia viene brutalmente divisa e deportata in un campo di sterminio. Guido, internato assieme al figlio, pur di proteggerlo da quella cruda realtà, riesce con sorpendente maestria a fargli credere che tutto è un gioco, dove i nazisti sono i cattivi dai quali dover scappare e i bambini gli sfidanti, chi ottiene più punti vincerà un vero e proprio carro armato! Un film dove l’amore e il coraggio di un padre riescono a superare ogni ostacolo, anche il più tremendo, come la guerra.

Recensione Unilibro a cura di ericcca

Dettagli del prodotto

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"La vita è bella"
La Vita E` Bella
marcomenche, 2011-12-18
5

Questo film merita il massimo apprezzamento da parte di tutti. Soltanto un grande poteva pensare, dirigere e interpretare un film del genere. E Benigni ha vinto alla grande questa scommessa. Certamente non c’è da aspettarsi il Benigni degli anni scorsi, ma la delicatezza con cui riesce a trattare un argomento come la tragedia dei campi di concentramento è secondo me significativo del fatto che ci troviamo davanti ad un genio del cinema.

"La vita è bella"
orianakarensara, 2011-11-26
3

immensamente commovente e toccante. un bel film italiano che ha anche riscosso un buon successo oltre confine, che non capita molto spesso. si ride e si piange. dopo tanti film, romanzi, documentari, immagini di quell’immane tragedia benigni riesce a trovare un modo nuovo per far rivivere lo sdegno di quello che è successo, attraverso l’anima giocosa di guido. non è facile toccare temi così seri con una tale "leggerezza", ma benigni ci riesce

"La vita è bella"
ericcca, 2011-10-29
4

Giudo, un giovane ebreo, si innamora di Dora, la sua “Principessa”. Lui, un cameriere alle prime armi, Lei una giovane e benestante maestra. Tutto si svolge ad Arezzo, durante il periodo piu buio e sanguinario della storia umana, la seconda guerra mondiale. Grazie a stratagemmi, incontri casuali e la determinazione di Guido, si innamorano, si sposano e dal loro amore nasce Giosuè. Tutto è perfetto! Il sogno di Guido si realizza, sposa la donna che ama e apre una libreria! Ma ormai anche nel loro paese, si iniziano a sentire i primi sintomi della guerra, infatti, proprio nel giorno del sesto compleanno di Giosuè, la famiglia viene brutalmente divisa e deportata in un campo di sterminio. Guido, internato assieme al figlio, pur di proteggerlo da quella cruda realtà, riesce con sorpendente maestria a fargli credere che tutto è un gioco, dove i nazisti sono i cattivi dai quali dover scappare e i bambini gli sfidanti, chi ottiene più punti vincerà un vero e proprio carro armato! Un film dove l’amore e il coraggio di un padre riescono a superare ogni ostacolo, anche il più tremendo, come la guerra.

Attenzione


L'immagine che stai per visualizzare contiene materiale riservato ad un pubblico adulto.

Se hai un'età inferiore a 18 anni o ritieni che materiale del genere possa turbarti e offendere la tua persona non proseguire.

Proseguendo invece, ti assumi ogni responsabilita civile e penale se nel tuo paese la visione di materiale per adulti è considerata illegale.



« Annulla     Prosegui »