ricerca
avanzata

Terkel In Trouble

Un film in dvd di  Christoffersen Thorbjorn Fjeldmark Stefan Kresten Vestbjerg Andersen  distribuito da Moviemax, 2009

Un ottima favola contemporanea che strizza l’occhio a grandi film d’animazione. Protagonista della storia è un giovanotto di nome Terkel che va ancora alle medie; con tutti i problemi connessi a tale status, come bulli e cattivi voti. Il padre è un bevitore incallito che picchia i due bulli del figlio. Da qui una storia sempre più carica di eventi. Non pensate che sia un animazione politicamente corretto. Trakel è una novità in tal senso ed è un misto tra Shrek e la comicità dei Griffin, quella comicità irriverente e un po’ spinta. Quindi ci sarà sicuramente qualche parolaccia, scena al limite dell’assurdo e situazioni imbarazzanti; proprio nello stile del cartone scritto precedentemente. Particolarità dell’animazione è che ci troviamo di fronte ad un simil thriller, con tanto di regia ed effetti che richiamano il genere; il tutto condito da problematiche attuali come il bullismo, il rapporto con i genitori e la difficoltà delle nuove generazioni. Forse, il cartone più per adulti che abbia visto. Difatti era stato vietato ai minori di quattordici anni, adesso, probabilmente, è distribuito per tutte le età. Particolare importanza è data al doppiaggio nella nostra lingua. Figurano grandi nomi come: Claudio Bisio, Lella Costa e il gruppo Elio e le storie tese. Quest’ultimo si è occupato anche della versione italiana delle musiche; molto nel loro genere, devo dire. Se vi aspettare qualcosa di simile uscito dai produttori della disney, non è l’animazione che fa per voi. Se invece cercate qualcosa di diverso dai canoni, divertente, scoppiettante, alternativo e irriverente, questo è un cartone da vedere. Voto: 7 ++

Recensione Unilibro a cura di EugenioDM

Dettagli del prodotto

 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Terkel In Trouble"
Un cartone anche (e sopratutto) per adulti
EugenioDM, 2011-12-09
4

Un ottima favola contemporanea che strizza l’occhio a grandi film d’animazione. Protagonista della storia è un giovanotto di nome Terkel che va ancora alle medie; con tutti i problemi connessi a tale status, come bulli e cattivi voti. Il padre è un bevitore incallito che picchia i due bulli del figlio. Da qui una storia sempre più carica di eventi. Non pensate che sia un animazione politicamente corretto. Trakel è una novità in tal senso ed è un misto tra Shrek e la comicità dei Griffin, quella comicità irriverente e un po’ spinta. Quindi ci sarà sicuramente qualche parolaccia, scena al limite dell’assurdo e situazioni imbarazzanti; proprio nello stile del cartone scritto precedentemente. Particolarità dell’animazione è che ci troviamo di fronte ad un simil thriller, con tanto di regia ed effetti che richiamano il genere; il tutto condito da problematiche attuali come il bullismo, il rapporto con i genitori e la difficoltà delle nuove generazioni. Forse, il cartone più per adulti che abbia visto. Difatti era stato vietato ai minori di quattordici anni, adesso, probabilmente, è distribuito per tutte le età. Particolare importanza è data al doppiaggio nella nostra lingua. Figurano grandi nomi come: Claudio Bisio, Lella Costa e il gruppo Elio e le storie tese. Quest’ultimo si è occupato anche della versione italiana delle musiche; molto nel loro genere, devo dire. Se vi aspettare qualcosa di simile uscito dai produttori della disney, non è l’animazione che fa per voi. Se invece cercate qualcosa di diverso dai canoni, divertente, scoppiettante, alternativo e irriverente, questo è un cartone da vedere. Voto: 7 ++

Attenzione


L'immagine che stai per visualizzare contiene materiale riservato ad un pubblico adulto.

Se hai un'età inferiore a 18 anni o ritieni che materiale del genere possa turbarti e offendere la tua persona non proseguire.

Proseguendo invece, ti assumi ogni responsabilita civile e penale se nel tuo paese la visione di materiale per adulti è considerata illegale.



« Annulla     Prosegui »