ricerca
avanzata

Lo spesometro. E-book. Formato PDF

Un ebook di  VV. AA.  edito da Wolters Kluwer Italia, 2012

L’art. 21 del D.L. n. 78/2010 (attuato con provvedimento direttoriale del 22 dicembre 2010), ha introdotto l’obbligo di comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini Iva, di importo almeno pari a euro 3.000. Per le operazioni effettuate e ricevute nell’anno 2011, il termine di presentazione è fissato al 30 aprile 2012, e le operazioni coinvolte sono quelle di importo almeno pari a euro 3.000, al netto dell’Iva, se sussiste l’obbligo di emissione della fattura, ovvero 3.600, Iva compresa, se non sussiste il predetto obbligo di emissione della fattura. Tale obbligo è stato recentemente modificato dal Decreto semplificazioni; tuttavia tali modifiche decorrono dal 1° gennaio 2012, con conseguente riflesso nella comunicazione da presentare entro il 30 aprile 2013, per l’anno 2012. Per la scadenza del 30 aprile 2012, continuano pertanto a valere le disposizioni introdotte dal D.L. 78/2010. Nella Guida viene analizzato l’ambito applicativo del nuovo istituto, con particolare attenzione al contenuto della comunicazione, alle modalità e termini di presentazione della stessa e alle operazioni che invece ne restano escluse. Una parte è poi dedicata agli aspetti sanzionatori e alle possibilità di ravvedimento con comunicazione sostitutiva e ai collegamenti tra spesometro e accertamento sintetico. A completamento della Guida, un Focus sui casi particolari (contratti collegati, corrispettivi periodici, forniture continuative, ecc.,) alla luce dei chiarimenti dell’Agenzia. STRUTTURA Introduzione Aspetti generali Ambito soggettivo Operazioni oggetto di comunicazione Operazioni escluse dall’obbligo di comunicazione Contenuto della comunicazione Modalità e termini di comunicazione Comunicazione all’Anagrafe tributaria Spesometro e accertamento Casi particolari

Informazioni bibliografiche