ricerca
avanzata

Lo straniero 166 aprile 2014. E-book. Formato PDF

Un ebook di  VV. AA.  edito da Contrasto DUE, 2014

Apertura “Dulcem et decorum est” di Wilfred Owen Persuasioni “Cosa imparare da Tsipras” di Giulio Marcon – “Necessità di una terza via” di Alessandro Leogrande – “Gallino e i disastri del neoliberalismo” di Francesco Ciafaloni – “Perché la lotta di classe è più viva che mai” di Carlo Formenti, incontro con Stefano Laffi – “Saremo ancora un paese industriale?” di Andrea Toma – “Eataly o come si mangia” di Alberto Grossi – “L’Egitto al voto” di Neliana Tersigni – “Spagna: a chi appartiene la strada?” di Jordi Borja – “Spagna: l’assalto all’aborto” di Elena Marisol Brandolini – ““Genere” di Ivan Illich trent’anni dopo” di Maria Nadotti Arte e parte “Cinema-vita” di Roberto Minervini – “Il cinema texano di Minervini” di Goffredo Fofi – “Una storia disegnata male” di GiPi a cura di Nicola Ruganti – “Il paradosso Bolaño” di Juan Villoro – “Il nuovo cinema romeno” di Livio Marchese – “Slawomir Mrozek, in memoria” di Marta Herling – “Appunti su Mrozek” di Gustaw Herling-Grudzinski – “La Commisione di leva” di Slawomir Mrozek – “Cara signora Schubert...” di Ewa Lipsk Opere e giorni “L’Urss di Svetlana Aleksievich” di Piero Sinatti – “Castoriadis e Lasch sull’egoismo” di Vittorio Giacopini – “L’Italia senza eroi di Jossa” di Gabriele Vitello – “Samia e Catozzella” di Sara Honegger – “Super Mario Praz” di Marcello Benfante – “Pavolini racconta la radio” di Rodolfo Sacchettini – “I requiem di Emma Dante” di Goffredo Fofi – “Un Woody Allen di quelli belli” di Emiliano Morreale – “Scorsese e il Dio Denaro” di Goffredo Fofi Letto, visto, ascoltato Federico De Roberto, Dorothy Parker, Massimiliano Virgilio, Valerio Evangelisti / Benjamin Britten / Uberto Pasolini, Paolo Virz Il racconto “Io e la Bru” di Agnese Costagli – “B-Sogno” di Michele Bandini – “Non piangere perché” di Silvia Rocchi – “Port-au-Prince” di Hubert Mingarelli La copertina di questo numero è di Alessandro Sanna, le illustrazioni sono di Elisa Mearelli, i disegni in apertura di sezione sono di Oreste Zevola, il logo è di Mimmo Paladino.

Informazioni bibliografiche