ricerca
avanzata

Edossay. E-book. Formato Mobipocket

Un ebook di  Canovi Alfredo  edito da Mondi Velati, 2013

Anno 1531; il famoso medico e alchimista svizzero Paracelso riceve una visita inaspettata che lo sconvolge. Un uomo, dai tratti fisici particolari, si proietta nella sua casa annunciando che egli è in grave pericolo. Una forza oscura e misteriosa è intenzionata a metterlo a tacere per sempre, poiché egli ha scoperto, del tutto involontariamente, che un vecchio tomo della biblioteca cittadina in cui abita, altro non è che un potentissimo e misterioso testo, perso da millenni. L'uomo, per convincere Paracelso che pare titubare, gli narra dell'antica storia dell'origine delle credenze umane, delle quali il libro è un comprimario. Gli descrive dell'arrivo di benevole creature aliene, millenni prima della nascita di Cristo. Esseri provenienti dalla dimensione della luce che aiutarono l'uomo nella sue evoluzione tecnica e spirituale, visto che gli Annuna, così si chiamavano, spodestarono le primitive divinità ctonie divenendo il paradigma di quelle uraniche. Purtroppo, dopo secoli di una splendente civiltà dalla quale nacquero Atlantide e Lemuria, un periodo chiamato l'età dell'oro, l'umanità si rese conto che la Terra interessava anche a un'altra razza, ben più crudele e sanguinaria, gli Oannes, gli antichi Dei dell'oscurità, giunti sino a noi a bordo di un'immane bio-nave, un'entità senziente chiamata Edossay. La guerra che scaturì tra Annuna ed Oannes per il possesso del pianeta fu di una crudeltà incommensurabile e terminò quando Edossay venne sconfitta e precipitata tra le viscere del pianeta. Alla fine l'uomo, chiamato Balthus Rehe, convince Paracelso a contrastare la forza malvagia che lo minaccia, un revenant di nome Sobek, con la prospettiva di salvare dall'eterna dannazione l'anima della sua prossima sacerdotessa, che altri non è che Margherita, una vecchia fiamma di Paracelso, con la quale il medico aveva allaccio anni prima una relazione coinvolgente nella romantica città di Parigi. Con l'aiuto di un vecchio alchimista, John Damian, il nostro eroe riesce a distruggere Sobek e a salvare la sua amata, ma questo non pone fine alla vicenda, ma anzi, la scatena. Sì, perché Balthus Rehe altri non è che il "Demiurgo" una malvagia e corrotta emanazione di Sophia, uno degli Eoni degli Annuna, che, con il sangue di Sobek riesce a decifrare il misterioso testo, con la speranza di risvegliare dal suo comatoso stato la Dea Edossay, così che essa possa finalmente sottomettere la razza umana ai suoi voleri. Gli Annuna però, anche se millenni fa e proprio in seguito al sanguinoso conflitto, dovettero abbandonare la Terra, lasciarono a guardia della sua futura incolumità un potente Eone guerriero, Ageratos, il "mai vecchio". Il libro termina con la possente battaglia tra le due forze, nel ventre stesso della nave vivente, con l'ovvia sconfitta del male supremo.

Informazioni bibliografiche