ricerca
avanzata

Lontano dall’ansia e dalla psicoanalisi. E-book. Formato Mobipocket

Un ebook di  Armando De Vincentiis  edito da Libellula Edizioni, 2012

L’ansia è uno stato affettivo così generale e radicato nella natura umana da essere considerata una modalità di esistenza universale. In questo senso è una normale reazione d’allarme (ansia fisiologica), cioè lo stato di tensione psichica che implica un’attivazione generalizzata delle risorse individuali diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale. Il denominatore comune delle diverse condizioni ansiose è il giudizio di sproporzione tra le capacità e le risorse del soggetto e l’entità delle richieste imposte dall’ambiente esterno. E quindi l’ansia prefigura un danno futuro immanente ed inevitabile. L’ansia è un fenomeno che tende a manifestarsi sia sul piano cognitivo che su quello somatico. L’ansia viene considerata patologica quando disturba, in misura più o meno notevole, il funzionamento psichico globale determinando una limitazione della capacità di adattamento dell’individuo. L’ansia patologica spesso è dotata di una propria “autonomia”, manifestandosi senza alcuna correlazione con apparenti cause esterne scatenanti, ha un’intensità tale da provocare un grado di sofferenza non sopportabile e una durata che può comportare comportamenti di difesa che limitano l’esistenza.

Recensione Unilibro a cura di rorym87
1
5

Informazioni bibliografiche

  • Titolo: Lontano dall’ansia e dalla psicoanalisi. E-book. Formato Mobipocket
  • AutoreArmando De Vincentiis
  • Editore: Libellula Edizioni
  • Data di Pubblicazione: 02 Aprile '12
  • Genere: PSICOLOGIA
  • Pagine: 88
  • Formato: Mobipocket
  • Protezione: nessuna
  • ISBN-13: 9788896818923
 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Lontano dall’ansia e dalla psicoanalisi. E-book. Formato Mobipocket"
rorym87, 2012-04-19
5

L’ansia è uno stato affettivo così generale e radicato nella natura umana da essere considerata una modalità di esistenza universale. In questo senso è una normale reazione d’allarme (ansia fisiologica), cioè lo stato di tensione psichica che implica un’attivazione generalizzata delle risorse individuali diretta contro uno stimolo ben conosciuto e reale. Il denominatore comune delle diverse condizioni ansiose è il giudizio di sproporzione tra le capacità e le risorse del soggetto e l’entità delle richieste imposte dall’ambiente esterno. E quindi l’ansia prefigura un danno futuro immanente ed inevitabile. L’ansia è un fenomeno che tende a manifestarsi sia sul piano cognitivo che su quello somatico. L’ansia viene considerata patologica quando disturba, in misura più o meno notevole, il funzionamento psichico globale determinando una limitazione della capacità di adattamento dell’individuo. L’ansia patologica spesso è dotata di una propria “autonomia”, manifestandosi senza alcuna correlazione con apparenti cause esterne scatenanti, ha un’intensità tale da provocare un grado di sofferenza non sopportabile e una durata che può comportare comportamenti di difesa che limitano l’esistenza.