ricerca
avanzata

La legge della montagna. I più celebri casi giudiziari che hanno segnato la storia dell'alpinismo. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Golin Augusto  edito da Corbaccio, 2011

C'è un lato oscuro nella storia dell'alpinismo, un lato poco noto ma che spesso è avvincente quanto il racconto delle grandi salite, e consiste nel resoconto degli strascichi giudiziari di tante fra le imprese più eroiche e gloriose. A partire dall'alba dell'alpinismo moderno, che nasce convenzionalmente nel 1786 con la salita sul Monte Bianco del cercatore di cristalli Balmat e del medico condotto Paccard su invito dello scienziato De Saussure che aveva promesso un premio a chi per primo avesse conquistato una vetta considerata inviolabile. Balmat riuscì ad assicurarsi il merito della salita (e il premio) e Paccard gli fece causa. Un secolo dopo, Whymper conquistò il Cervino e anche lui finì in tribunale con l'accusa di aver tagliato una corda in discesa provocando la morte dei suoi compagni. Più note le vicende della spedizione italiana che portò alla conquista del K2 nel 1954, con Compagnoni, Bonatti e il CAI impegnati per anni in tribunale, così come, del resto, Hermann Buhl che nel 1953 aveva fatto la prima salita al Nanga Parbat e come Reinhold Messner nel 1970 sempre per il Nanga Parbat.

Informazioni bibliografiche

  • Titolo: La legge della montagna. I più celebri casi giudiziari che hanno segnato la storia dell'alpinismo. E-book. Formato PDF
  • AutoreGolin Augusto
  • Editore: Corbaccio
  • Collana: Exploits
  • Data di Pubblicazione: 20 Aprile '11
  • Genere: ARTI RICREATIVE. SPETTACOLO. SPORT
  • ArgomentiAlpinismo Storia
  • Pagine: 168
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM
    (richiede Adobe Digital Editions)
  • Dimensione Kb: 1392
  • Stampa: Non permesso
  • Copia-e-incolla: Non permesso
  • Condivisione: Permesso limitato a 6 Dispositivi
  • ISBN-13: 9788863802795