ricerca
avanzata

Il salto fuori dal cerchio. E-book. Formato EPUB

Un ebook di  Cosimo De Luca  edito da Kimerik, 2014

La libertà è il più grande obiettivo che si possa raggiungere, è il più grande sogno utopistico dell'uomo ed è il più grande amore che illude generazioni di vinti. È coniato come se fosse un vessillo, lega il padre con il figlio, il passato col presente, gli uomini d'ogni epoca indelebilmente. Eppure se la libertà è un sogno impossibile, è l'unica che può fare giustizia e dignità alla stessa vita umana. Non è che il suo raggiungimento sia impossibilitato, ma la sua piena concezione e configurazione nel Mondo reale è limitata dalla giusta e continua ricerca dell'ordine, spesso però troppo artificiosa che ridisegna la società capovolgendo il bene con il male. Dov'è questa libertà se siamo circondati da vincoli e piccoli compromessi, dai quale non possiamo liberarci?Cosa fare se non possiamo scappare da quella monotonia che uccide e che soffoca i sogni che è il quotidiano quieto vivere? Siamo sottomessi al tempo, al Mondo, al lavoro, alle nostre paranoie ed al capitalismo che accelera tutto e tutti. La società è una macchina perfetta nella sua imperfezione, perché ha definito tutto, tempi, luoghi e prezzo, ma non ha tenuto conto di una cosa fondamentale, dell'umanità. Il motivo di tutto questo strazio esistenziale, delle nostre paure, ansie e paranoie è il cerchio. Cos'è il cerchio? Il cerchio è il fulcro della nostra vita, eppure non lo sappiamo, ne siamo talmente tanto immersi che non ce ne rendiamo conto. Esso è disegnato intorno a noi, nell'etere, come una gabbia per animali, ma non ti da l'ampiezza della prigione, perché non ha mura o sbarre, è trasparenza, ed il non vedere confonde e tormenta. Eppure senza di lui non saremmo l'umana stirpe, tutto ciò che siamo abituati a vedere e a chiamare casa, saremmo esseri persi in mondi da noi considerati astratti. Il cerchio è legge, è fede, è peggio d'un dogma, perché non è scritto, ma è a priori sancito nel nostro percorso, nel nostro animo d'esseri infelici.

Informazioni bibliografiche