ricerca
avanzata

Cervello, emozioni, prosocialità. Recenti acquisizioni neuropsicologiche e itinerari educativi in campo socio-affettivo. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Varriale Cosimo  edito da Liguori, 2012

Studiare la struttura biologica e la fisiologia del cervello è un compito tutt’altro che facile. Tuttavia a partire dall’inizio del nostro secolo sono stati fatti dei grandissimi passi in avanti in questo campo. Oggi disponiamo di apparecchiature, come la TAC, che ci consentono di ottenere immagini dettagliate del cervello in attività. E molte conoscenze sono venute anche studiando i danni e le disfunzioni riportate da persone cerebrolese. In questo modo i neuroscienziati sono riusciti a capire che tutte le attività intelligenti sono controllate dalla parte esterna del cervello, quella parte caratterizzata da un superficie involuta di colore grigiastro e chiamata corteccia cerebrale. E sappiamo anche che la corteccia è a sua volta divisa in diverse regioni specializzate: ogni regione controlla una determinata facoltà cognitiva. Ma le conoscenze sul cervello non si fermano qui. I neuroscienziati, infatti, sono riusciti a ricostruire anche la struttura cellulare del cervello e a capirne almeno in parte il funzionamento. Il cervello è costituito da un enorme insieme di cellule, denominate neuroni. I neuroni sono costituiti da un corpo centrale o soma, dal quale si dipartono una serie di prolungamenti filiformi; alcuni di questi prolungamenti sono piuttosto ’corti’ e terminano a loro volta in strutture fortemente ramificate: essi sono denominati dendriti. Uno dei prolungamenti invece è molto più lungo degli altri (talvolta, come avviene nelle cellule collegate direttamente agli organi sensoriali esso può estendersi persino per diverse decine di centimetri) e si chiama assone. Anche l’assone termina in una o più ’code’ alla cui estremità si trova una sorta di rigonfiamento, detto sinapsi.

Recensione Unilibro a cura di rorym87
1
3

Informazioni bibliografiche

  • Titolo: Cervello, emozioni, prosocialità. Recenti acquisizioni neuropsicologiche e itinerari educativi in campo socio-affettivo. E-book. Formato PDF
  • AutoreVarriale Cosimo
  • Editore: Liguori
  • Data di Pubblicazione: 27 Aprile '12
  • Genere: PSICOLOGIA
  • Pagine: 308
  • Formato: PDF
  • Protezione: Adobe DRM
    (richiede Adobe Digital Editions)
  • Stampa: Non permesso
  • Copia-e-incolla: Non permesso
  • Condivisione: Permesso limitato a 6 Dispositivi
  • ISBN-13: 9788820757731
 
Le Recensioni degli Utenti Unilibro
"Cervello, emozioni, prosocialità. Recenti acquisizioni neuropsicologiche e itinerari educativi in campo socio-affettivo. E-book. Formato PDF"
rorym87, 2012-05-04
3

Studiare la struttura biologica e la fisiologia del cervello è un compito tutt’altro che facile. Tuttavia a partire dall’inizio del nostro secolo sono stati fatti dei grandissimi passi in avanti in questo campo. Oggi disponiamo di apparecchiature, come la TAC, che ci consentono di ottenere immagini dettagliate del cervello in attività. E molte conoscenze sono venute anche studiando i danni e le disfunzioni riportate da persone cerebrolese. In questo modo i neuroscienziati sono riusciti a capire che tutte le attività intelligenti sono controllate dalla parte esterna del cervello, quella parte caratterizzata da un superficie involuta di colore grigiastro e chiamata corteccia cerebrale. E sappiamo anche che la corteccia è a sua volta divisa in diverse regioni specializzate: ogni regione controlla una determinata facoltà cognitiva. Ma le conoscenze sul cervello non si fermano qui. I neuroscienziati, infatti, sono riusciti a ricostruire anche la struttura cellulare del cervello e a capirne almeno in parte il funzionamento. Il cervello è costituito da un enorme insieme di cellule, denominate neuroni. I neuroni sono costituiti da un corpo centrale o soma, dal quale si dipartono una serie di prolungamenti filiformi; alcuni di questi prolungamenti sono piuttosto ’corti’ e terminano a loro volta in strutture fortemente ramificate: essi sono denominati dendriti. Uno dei prolungamenti invece è molto più lungo degli altri (talvolta, come avviene nelle cellule collegate direttamente agli organi sensoriali esso può estendersi persino per diverse decine di centimetri) e si chiama assone. Anche l’assone termina in una o più ’code’ alla cui estremità si trova una sorta di rigonfiamento, detto sinapsi.