ricerca
avanzata

L'ermeneutica veritativa per un tomismo ermeneutico: Dal commento di S. Tommaso al Peri Hermeneias di Aristotele. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Garlaschelli Enrico  edito da EDUCatt Università Cattolica, 2014

Il crollo del sogno moderno dell’apoditticità offerta dai sistemi formali ha portato alla nuova consapevolezza epistemologica che nes-suna teoria può giustificare se stessa e nessun linguaggio predetermina-re i propri significati. Si avverte l’esigenza di una rivoluzione logica ed epistemologica che eviti le secche dell’involuzione irrazionalista rap-presentate da un sapere che rinuncia a confrontarsi con il reale. Esigen-za a cui corrisponde pienamente il paradigma tommasiano che intende la verità come ininterrotta adeguazione al reale dei sistemi formali e che dunque ci appare in questo senso molto più postmoderno, in filo-sofia e nella scienza, del razionalismo di marca cartesiana. L’epoca attuale, denominata età ermeneutica della ragione, si è pro-posta di smantellare qualsiasi ideologia manipolatrice della realtà. Ma affinchè il relativismo nihilista non la consegni all’unico pensiero tota-lizzante della volontà di dominio rappresentato dalla tecnica, c’è biso-gno che si risvegli alla luce dell’essere, com’era all’origine della filoso-fia il richiamo di Parmenide, volto ad evitare la strada in cui “i mortali che nulla sanno vanno errando, gente a due teste; infatti è l’incertezza che nei loro petti dirige la mente errante. Costoro son trascinati, sordi e ciechi ad un tempo, storditi: gente senza giudizio, secondo la quale es-sere e non essere sono identici e non identici, e di ogni cosa v’è un cammino ch’è reversibile…”. (dalla Prefazione di Gianfranco Basti)

Informazioni bibliografiche