ricerca
avanzata

La molteplicità condivisa. L'empatia come cognizione sociale.. E-book. Formato PDF

Un ebook di  Capezzuto Eugenio  edito da Diogene Edizioni, 2012

La comprensione delle menti altrui è un problema col quale la filosofia si cimenta da sempre ed ancor più profondamente da quando Descartes ha introdotto una separazione tra res cogitans e res extensa. Il problema non si risolve se non ricostituendo l’unità dell’uomo attorno a un principio unificatore: l’empatia. Tra l’io e l’altro esiste un legame empatico che agisce come “collante”. Si dà conoscenza dell’altro, nella capacità dell’io di ripercorrere mentalmente e di ricostruire l’azione dell’altro, in una forma di condivisione. C’è un “senso” condiviso, in quanto godiamo di una conoscenza intenzionale con il mondo degli altri, che è resa possibile da meccanismi nervosi che presiedono azioni, sensazioni, emozioni. Le neuroscienze contribuiscono a creare un’immagine dell’umanità, intesa come spazio intersoggettivo, del quale farebbero parte tutti gli individui. Una “molteplicità condivisa”, una forma di empatia più larga, che tende, in questo senso, ad abbracciare i diversi aspetti di comportamento che ci permettono di comprendere gli altri, mediante la creazione di legami significativi. Eugenio Capezzuto è professore di ruolo di Matematica e Fisica nei Licei di Stato. Ha approfondito i suoi studi conseguendo negli anni la Laurea Magistrale in Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università degli Studi di Napoli "Federico II", e la Licenza e il Dottorato in Teologia Morale presso l'Istituto Superiore di Teologia Morale "Accademia Alfonsiana" della Pontificia Università Lateranense di Roma. Docente di Teologia morale nell'Istituto Superiore di Scienze Religiose "San Paolo" di Aversa, è autore di numerosi studi su temi attinenti i suoi interessi di ricerca. Gli sviluppi delle neuroscienze in rapporto alla "specialità" dell'essere dell'uomo, alla sua capacità di scelta, alla libertà e alla responsabilità costituiscono il campo dei suoi attuali interessi di studio e di lavoro.

Informazioni bibliografiche